Ultimo domicilio conosciuto: intervista ad Andrea Tarabbia

Domani, 27 gennaio, è il “Giorno della Memoria”, una ricorrenza internazionale istituita come giornata per commemorare le vittime dell’Olocausto. Numerose sono le iniziative volte a “non dimenticare” l’enorme genocidio perpetrato prima e durante la II Guerra Mondiale. Il libro di cui vi parlo oggi va oltre la volontà di non scordare quanto successo, ha l’obiettivo di ricordare le vittime, chi erano, cosa facevano, dove abitavano, perché i circa 15 milioni di morti aveano un nome, una storia, una vita. Magari abitavano nella nostra via, nelle nostre città, erano conoscenti.

“Ultimo domicilio conosciuto” (Morellini Editore) nasce da un’incontro di idee e di volontà. Andrea Tarabbia, il curatore, racconta di come sia letteralmente incappato nelle Pietre d’Inciampo, un’iniziativa dell’artista tedesco Gunter Demnig, che consiste nell’incorporare, nel selciato stradale delle città, una piastra di ottone con le generalità conosciute della vittima, in prossimità della sua ultima abitazione. Queste targhe sono rialzate di alcuni millimetri, per far sì che le persone “inciampino” in esse costringendole a guardare e ricordare.

“Quando gli amici della Bottega Finzioni di Bologna mi hanno proposto di tenere un corso non ho avuto dubbi: avrei fatto qualcosa sulle Pietre d’Inciampo”.
[Tratto dalla prefazione di “Ultimo domicilio conosciuto”]

Nasce così una ricerca sulle Pietre d’Inciampo posate a Reggio Emilia (a Bologna non ce ne sono) che grazie ai documenti depositati presso l’Istoreco (Istituto per la Storia della Resistenza e della società contemporanea) ha consentito agli autori dei 13 racconti di ricostruire – chi con più dettagli, chi con meno – le storie di altrettante vittime. 15 persone che hanno perso la vita in seguito a una delle pagine più brutte della storia mondiale. Un libro che si propone non solo di “non dimenticare” ma, soprattutto, di “ricordare” chi erano queste persone, di dargli una nuova vita – sebbene solo di carta – e di tornare, seppur in maniera simbolica, alla loro ultima dimora.

Un’iniziativa davvero molto interessante di cui abbiamo parlato con lo scrittore Andrea Tarabbia che ha curato il laboratorio di Bottega Finzioni e ha seguito gli autori nelle ricerche prima e nella pubblicazione del libro poi.

Continua a leggere “Ultimo domicilio conosciuto: intervista ad Andrea Tarabbia”

Annunci

Wildworld: intervista a Giulio Milani

Un nuovo genere letterario per dare una scossa al mercato editoriale e proporre qualcosa di diverso. E’ questo l’obiettivo di “Wildworld”, una collana antologica ideata dalla casa editrice Transeuropa che nel 1994 rilanciò il genere del romanzo di formazione con “Jack Frusciante è uscito dal gruppo” di Enrico Brizzi.

La collana racchiuderà romanzi che prendono spunto da reali fatti di cronaca conditi con elementi distopici. Ciascun libro si incasellerà, però, in una serie che svilupperà di volta in volta argomenti diversi utilizzando la struttura antologica di certe serie televisive di successo, alle quali si ispira per struttura interna (colpo di scena alla fine di ogni capitolo e la soluzione all’inizio del successivo) ed esterna (ogni romanzo è un episodio della serie).

Il primo si intitola “La notte dei ragni d’oleandro” (in libreria dal 15/03/2018) ed è scritto da Mario Bramé. La storia parte dalla tragica vicenda del Bataclan di Parigi per creare una narrazione originale e inaspettata. A seguire “Sotto il suo occhio” di Giulia Seri che uscirà a maggio e si ispira a quanto successo a molte vittime del revenge porn, ma con un io narrante che si dichiara estraneo ai fatti.

Del progetto “Wildworld” abbiamo parlato con l’editore (ma anche ideatore e talent scout) Giulio Milani al quale abbiamo chiesto tutti i dettagli su questo interessante progetto, che è possibile sostenere anche tramite Eppela.

Continua a leggere “Wildworld: intervista a Giulio Milani”

Vinyl. Storie di dischi che cambiano la vita: intervista a Luca Martini

E’ un piacere che i “millennials” rischiavano di non assaporare mai. Per fortuna il suono morbido del vinile non è mai morto e continua ad affascinare chi ci è nato, sia chi ha scoperto solo di recente il suo abbraccio. La musica come colonna sonora della propria vita, come collante delle amicizie, come compagna inseparabile. La musica, come filo rosso di 22 racconti narrati da altrettanti scrittori che si sono messi alla prova mescolando scrittura e musica. Racconti che sono spaccati di vita e altrettante proposte d’ascolto.

Una raccolta originale e “sentimentale” per tuffarsi ancora una volta nel mondo del vinile, questa volta accompagnati dalle penne di 22 ispirati autori.

Ne ho parlato insieme ad uno dei curatori, lo scrittore Luca Martini, che ho avuto il piacere di intervistare anche in occasione di un’altra raccolta originale e imperdibile (QUI trovate le info). Alzate il volume delle casse e premete Play 😉

Continua a leggere “Vinyl. Storie di dischi che cambiano la vita: intervista a Luca Martini”

Le vite parallele: intervista ad Antonio Fusco

Siete pronti a tornare tra le strade di Valdenza e nella vita del Commissario Casabona? E’ tornato da poco in libreria Antonio Fusco con “Le vite parallele”, nuovo romanzo con protagonista Casabona, questa volta preso da problemi di salute della moglie da un lato e un caso particolarmente spinoso dall’altro.

Per parlare di questa nuova uscita ho intervistato l’autore. Ecco cosa mi ha raccontato.

Continua a leggere “Le vite parallele: intervista ad Antonio Fusco”

Tempo da Elfi: intervista a Loriano Macchiavelli

Nel 2017 è ricorso il ventennale di un fruttuoso sodalizio: Francesco Guccini e Loriano Macchiavelli hanno festeggiato la loro collaborazione dando alle stampe “Tempo da elfi”, il nuovo romanzo con protagonista l’ispettore della Forestale Marco Gherardini, alias “Poiana”.

“Tempo da Elfi” è un giallo che racchiude in sé molto “cuore”, perché è attraverso un sentimento forte che le penne dei due scrittori hanno tratteggiato questo mondo fatto di verde, di piccoli paesi, di natura, l’ambiente in cui vivono gli Elfi. No, non sto parlando delle creature fantasiose cui saremmo portati a pensare, bensì individui che rifiutano la vita cittadina scegliendo i boschi per vivere.

Un romanzo che è molto più di quello che sembra. Ne ho parlato con l’autore, Loriano Macchiavelli, nell’intervista che trovate qui sotto .

Continua a leggere “Tempo da Elfi: intervista a Loriano Macchiavelli”

Millennials: intervista a Fabio Cicolani

Da qualche tempo una copertina rosso fuoco con una ragazzina dai capelli viola ha attirato la mia attenzione. Che poi si tratti di uno urban fantasy ambientato a Bologna non ha fatto altro che mettere alcol sul fuoco, eccomi quindi a parlarvi di Millennials, il nuovo romanzo per ragazzi di Fabio Cicolani, pubblicato da La Corte Editore.

Per palarne, ho avuto il piacere di intervistare l’autore. Ecco cosa mi ha raccontato!

Continua a leggere “Millennials: intervista a Fabio Cicolani”

Maria accanto: intervista a Matteo B. Bianchi

E’ in libreria da poco più di 15 giorni un romanzo davvero particolare, la cui protagonista è la Madonna, ma una Maria diversa da quelli cui siamo stati abituati. Ha deciso di scendere sulla terra per una visita privata e chiede solo una cosa a Betty, la ragazza cui appare, di diventarle amica.

Maria Accanto” (Fandango Libri) è un romanzo ma è anche una sorpresa. Ho parlato di questo libro con Matteo B. Bianchi, in occasione della presentazione del libro a Bologna.

Curiosi? Ecco che cosa mi ha raccontato.

Continua a leggere “Maria accanto: intervista a Matteo B. Bianchi”

#MaggioDeiLibri: Il terzo figlio, intervista a Sergio Rossi

Vi ho parlato qualche tempo fa e “Il Terzo Figlio” romanzo per ragazzi, scritto da Sergio Rossi e pubblicato da San Paolo. Il libro segue le vicende di un ragazzo al primo anno di liceo che, d’un tratto, si vede ribaltare il proprio mondo. Nel mezzo, la scuola, tanta musica, gli amici, un giornale scolastico, una rappresentazione teatrale e la famiglia.

La curiosità sul mondo di Sirso era tanta, soprattutto a lettura finita (presto la recensione) e quale modo migliore di una bella intervista per approfondirle?11

Ecco cosa mi ha raccontato del suo libro Sergio Rossi!

Continua a leggere “#MaggioDeiLibri: Il terzo figlio, intervista a Sergio Rossi”

Febbraio 2017: Il terzo figlio di Sergio Rossi

E’ in libreria da oggi per San Paolo un romanzo che potremmo definire “di formazione” che segue le vicende di un ragazzo al primo anno di liceo che, d’un tratto, si vede ribaltare il proprio mondo. Nel mezzo, la scuola, tanta musica, gli amici, un giornale scolastico, una rappresentazione teatrale e la famiglia.

Sto parlando de “Il terzo figlio” di Sergio Rossi che già dalla copertina promette benissimo, fin dalla psichedelica (ed evocativa) copertina.

Ecco la trama e le note sull’autore.

Continua a leggere “Febbraio 2017: Il terzo figlio di Sergio Rossi”

Recensione: La Torre delle Ombre di Claudio Vergnani

«Be’, non so come la vediate voi, ma bastava guardarsi intorno per capire che c’era ancora tanta merda da lanciare. E se lanciare la merda è brutto, sporco e vergognoso, a volte è di gran lunga più disonorevole voler mantenere le mani pulite a ogni costo illudendosi in questo modo di mantenere pulita anche la propria anima.»

Si conclude così La Torre delle Ombre, ultimo libro dello scrittore modenese  Claudio Vergnani, pubblicato dalla casa editrice Nero Press.

Mi rendo conto che partire dalla fine è anomalo, ma rende bene l’idea dell’atmosfera che regna nel libro e della storia “sporca” che andrete a leggere. Un romanzo difficilmente incasellabile in un solo genere, che racchiude in sé, avventura, distopia, umorismo ed esistenzialismo, legati assieme da uno stile unico come quello di Vergnani.

Il ritorno di Claudio e Vergy è quanto mai il benvenuto e La Torre delle Ombre si conferma un romanzo dannatamente bello.

Vi spiego perché.

Continua a leggere “Recensione: La Torre delle Ombre di Claudio Vergnani”