Book Tag #1: 10 libri che ti sono rimasti dentro

Da qualche settimana gira su FB un tag che mi piace particolarmente e che consiste nell’elencare “10 libri che ti sono rimasti dentro”. A questo proposito ringrazio la fantastica Eilan Moon, scrittrice e blogger di Storie di Notti Senza Luna, e la dolcissima Nora di Honey, there are never enough books che mi hanno taggato! Le regole sono semplici:

  • non metterci più di una manciata di minuti;
  • non non pensarci troppo;
  • non devono essere capolavori letterari o libri “giusti”…solo quelli che ti hanno colpito.

Avevo pensato di scriverlo su Facebook (come tutti) ma siccome sono 10 libri che mi sono rimasti nel cuore, a cui sono particolarmente legata vorrei avessero un loro spazio fisso e non scomparissero dopo qualche giorno nella marea di post on-line.

Qui di seguito trovate i libri che mi hanno colpito, che tutt’ora mi restano in mente e di quando in quando “saltano fuori”.

Book Tag è anche una nuova rubrica che non avrà una cadenza specifica ma che ha l’obiettivo di conoscerci meglio attraverso i tag che parlano di noi. Nei commenti quindi fatemi sapere quali sono i vostri 10 (o quelli che volete) libri che vi sono rimasti dentro!

E buona lettura!

P.S. Davvero difficilissimo limitarsi a 10, ne ho in mente almeno altrettanti!

*i libri elencati non hanno un ordine specifico e i numeri che vedete davanti non costituiscono una clasiffica.

  1. Miss Charity di Marie-Aude Murail (Giunti) – QUI la trama
    marie aude murail - miss charityCredo di aver ossessionato chiunque con questo libro (vi chiedo scusa anche qui) però mi ha davvero colpita la vita di questa donna che viene narrata dall’infanzia e che è davvero particolare. Liberamente ispirata ad un personaggio realmente esistito (Beatrix Potter) è un romanzo dolce, toccante, ironico che traccia la vita di una donna contro corrente, forte, che vuole essere padrona della propria vita in un contesto e periodo storico che glielo vuole impedire.
    .
  2. Colpa delle Stelle di John Green (Rizzoli) – QUI la recensione
    john green - colpa delle stelleLetto in un periodo in cui ancora non aveva fatto così scalpore, John Green è riuscito a strapparmi il cuore con la storia di Hazel e Augustus, del loro amore e di quel tempo tiranno in grado di ridurre l’infinito in pochi intensi, indimenticabili mesi. Un libro dal finale straziante ma in grado allo stesso tempo di farti ripensare alla tua intera vita e spingerti a “darti una mossa” e vivere, davvero.
    .
  3. Rot & Ruin* di Jonathan Maberry (Delos, poi Multiplayer Edizioni) – QUI la trama
    Gli Zombie non mi hanno mai appassionato più di tanto ma da quando ho posato gli occhi su Rot & Ruin tutto è cambiato. La storia di Benni Imura e del fratello Tom in questa America del futuro post-apocalittica mi ha letteralmente conquistata. L’atmosfera, i personaggi, alcune trovate geniali (le card da collezionare con i cacciatori di zombie più forti è fantastica!) rendono questo romanzo (il primo di una serie) qualcosa di unico per lo sguardo sulla società che riesce a dare ma anche per capire i meccanismi di relazione in contesti tutt’altro che rosei.
    *Siccome ho letto il romanzo prima di aprire il blog, qui trovate solo la recensione dei volumi seguenti: Dust & Decay e Flesh & Bone (spero di leggere al più presto il quarto e ultimo, la serie infatti era stata interrotta da Delos e ripresa da poco da Multiplayer).
    .
  4. Amabili Resti di Alice Sebold (Edizioni e/o) – QUI la trama
    alice-sebold-amabili-restiAlice è stata rapita, fatta a pezzi, nascosta in un frigorifero dismesso in una discarica e mai più ritrovata. E’ Alice a raccontare la sua storia dal luogo in cielo in cui ora di trova. E’ da lì che segue le vicende dei suoi famigliari, la loro disperazione, le loro reazioni (ognuna diversa), la loro risalita, il loro ricostruire la vita dopo un’evento così tragico. Ma anche il suo assassino viene da lei seguito. Un libro non violento, come potrebbe sembrare, ma che aiuta a riconciliarsi con ciò che accade, a capire che tutto, anche le cose più atroci forse hanno un ruolo nella vita di ognuno.
    .
  5. Ninna Nanna di Chuck Palahniuk (Mondadori) – QUI la trama
    chuck-palahniuk-ninna-nannaCredo che Palahniuk sia pazzo. Lo dico con tanto affetto, eh. Riesce a scrivere libri bellissimi (come questo) e libri nei quali non superi la prima pagina. Questo parte da una ninna nanna che se letta o recitata porta alla “dolce morte” di chiunque. E’ così che il protagonista inizia a ricercare (per eliminare) tutti i libri che la contengono. Lo farà insieme ad un gruppo eterogeneo e strampalato di aiutanti. Semplicemente spassoso, geniale, unico.
    .
  6. Dono di Cenere di Laurell K.Hamilton (Nord, poi Tea) – QUI la trama
    laurell-hamilton-dono-di-cenereOrmai avrete capito quanto ami le donne forti che non hanno bisogno di un uomo affianco per sentirsi sicure e padroni di se stesse. Anita Blake è indubbiamente una di loro, ama le armi da fuoco, è una risvegliante e ha l’autorizzazione ad uccidere i vampiri. Certo, quando incontra l’affascinante Jean Claude si potrebbe pensare ad un cedimento. E invece no, la nostra negromante ha altro in serbo che non cedere alle lusinghe del primo bel viso che le capita davanti. Sarcastica e tenace, dura e testarda, ha un carattere davvero tosto.
    .
  7. La Cacciatrice di Anime* di Darynda Jones (LeggerEditore) – QUI la trama
    darynda jones - la cacciatrice di animeEcco, forse non molti di voi conoscono Charley Davidson, la cacciatrice di anime protagonista dell’omonima serie scritta da Darynda Johns. Ebbene, lei è il portale sull’aldilà dove devono passare le anime e, credetele, è tutto dannatamente difficile. In più è investigatrice privata e spesso aiuta la Polizia a risolvere i casi di omicidio. E’ affiancata da personaggi unici e strampalati e lei è  ironica e dannatamente brava nel suo lavoro. Le sue storie sono appassionanti, divertenti, intriganti. E’ uno dei pochi libri che rileggerei (non mi è mai capitato di leggere due volte lo stesso libro).
    * qui sul blog trovate la recensione dei libri successivi della serie: Il Fascino del Male e Brucio d’Amore. La serie, negli USA, è arrivata al numero 11 ma qui pare ferma. Chissà se LeggerEditore la riprenderà? Io tifo per il sì!
    .
  8. Cose preziose di Stephen King (Sperling & Kipfer, poi Pickwick) – QUI la trama
    stephen-king-cose-prezioseL’idea alla base del romanzo è semplicemente brillante: un Emporio dove tutto è in vendita, ogni singola cosa aspetta il proprietario cui è destinata, lì si trova quello che realmente vuoi e sei disposto a tutto pur di averlo. Inutile dire che se il gestore ha un’aria demoniaca ci metterà poco a “conquistare” un’intera città. Di questo romanzo ho apprezzato l’intreccio dei personaggi e delle situazioni, l’idea di queste cose preziose (che lo sono solo per il futuro proprietario) che spingono, però, a fare qualsiasi cosa pur di ottenerla. Un finale non proprio all’altezza non è però un buon motivo per divorare questo fantastico romanzo.
    .
  9. Un Lavoro Sporco* di Christopher Moore (Elliot Edizioni) – QUI la trama
    christopher moore - un lavoro sporcoChristopher Moore è uno di quegli autori che ami o odi. Io sono della prima categoria e questo romanzo mi ha stregata. Amo infinitamente quei romanzi dove l’horror si mischia all’ironia, dove sono presenti personaggi bizzarri e unici, che trattano l’aspetto paranormale in un contesto attuale. Qui c’è tutto questo con l’aggiunta di una bambina che con la sola parola “gattino” può uccidere chiunque. No, sul serio, leggetelo!
    *letto nel 2007 ancora questo angolo di web non era nemmeno nei miei pensieri, però è uscito di recente il seguito e trovate qui la recensione di Anime di Seconda Mano (Elliot).
    .
  10. Il 18° Vampiro* di Claudio Vergnani (Gargoyle Books) – QUI la trama
    claudio-vergnani-18-vampiroHo avuto anch’io la mia bella cotta per i vampiri (cotta di lunga data e non ancora finita), sì mi è piaciuto anche Twilight l’ho già ammesso ma qui i vampiri sono dei poveri diavoli e i protagonisti (Claudio e Vergy) li fanno fuori alla vigliacca, di giorno quando sono più deboli, per una miseria, per sbarcare il lunario. Qui i succhiasangue sono sporchi, malandati, brutti. I due protagonisti, vero centro della storia, restano impressi per la loro capacità di capire il mondo, quello vero, quello dietro la patina di luci e denaro, sanno leggere la realtà in maniera estremamente lucida e disincantata rendendo un romanzo di intrattenimento qualcosa di più: una lucida visione della società in cui viviamo. Davvero imperdibile tutta la trilogia.
    *la serie è composta di 3 libri: Il 18° Vampiro, il 36° Giusto e L’Ultima Ora.

Volevo essere breve ma non ci sono proprio riuscita.

Voi ne avete letto qualcuno?

Quali sono i vostri 10 preferiti di sempre?

Non taggo nessuno ma ritenetevi tutti taggati, se vi va❤

Buone letture, Erika

 

2 thoughts on “Book Tag #1: 10 libri che ti sono rimasti dentro

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...