Saigon, Illinois: intervista a Paul Hoover

Pensavamo di aver già esplorato in tutto e per tutto l’esperienza del Vietnam attraverso documentazione, letteratura, giornali. Eppure c’è una realtà ancora da sondare a fondo e di cui si è volentieri taciuto, non per censura, si intenda, ma perché lontana dall’immagine consueta che voleva i giovani americani entusiasti di buttarsi in una guerra devastante come quella, appunto, del Vietnam.

Invece, ci sono stati ragazzi che avevano il solo desiderio di vivere una vita normale, proprio come Jim Holder il giovane protagonista di “Saigon, illinois” (Carbonio Editore) di Paul Hoover. Il ragazzo è appena uscito dall’Università e scegliere la strada dell’obiettore di coscienza, non avrebbe mai immaginato, però, che anche restando a casa avrebbe vissuto un suo personale Vietnam.

Continua a leggere…

Annunci

Review Party: The Killing Kind di Bryan Smith

Esce proprio oggi in tutte le librerie digitali per Dunwich Edizioni un thriller in pieno stile Natural Born Killers e The Devil’s Rejects: “The Killing Kind” di Bryan Smith.

Una lettura decisamente fuori dai miei canoni per questa storia splatterpunk che farà senz’altro la gioia degli amanti di un genere così particolare.

Ecco la mia recensione!

Continua a leggere “Review Party: The Killing Kind di Bryan Smith”

Recensione: Il Libro di Josh di Lorenzo Fusoni

Josh è un ragazzino di 8 anni, amante della letteratura impegnata e molto serio. Preferisce passare il pomeriggio leggendo un buon libro che giocando con gli amici. Andrew, il padre, dopo il divorzio ha sempre più difficoltà non sono a gestirlo ma soprattutto a capirlo.

Certo, Josh non è un bambino come tutti gli altri, ha un’intelligenza fuori dal comune e cerca di aiutare il padre che – come molti – si trova spesso in balia di un senso di inadeguatezza verso il figlio ma anche verso il mondo esterno che non riesce bene a gestire come vorrebbe.

Continua a leggere…

Recensione: Le Risposte di Catherine Lacey

Sarebbe bello avere tutte le risposte ai nostri quesiti, soprattutto quelli amorosi: come trovare il partner ideale, come tenerselo stretto senza che la noia travolga il rapporto e, soprattutto, come dev’essere la persona “giusta”.

Sono proprio le risposte a queste domande l’obiettivo che si è dato un gruppo di scienziati – su commissione di un divo del cinema incapace di trovare la sua metà – che ha messo in piedi l’«Esperimento Fidanzata». Ma queste risposte possono essere trovate attraverso una misurazione scientifica?

Continua a leggere →

Review Party: Osservatore Oscuro di Barbara Baraldi

E’ in libreria da poco più di una settimana il nuovo romanzo con protagonista Aurora Scalviati, la miglior (e più tormentata) profiler italiana, nata dalla affilata penna della scrittrice emiliana Barbara Baraldi.

“Osservatore Oscuro” (Giunti) è il seguito di “Aurora nel buio” e, allo stesso tempo, un libro a sé, che può tranquillamente essere letto anche distintamente (ma il consiglio è quello di recuperare anche primo, più incentrato sulla storia di Aurora, oltre che dedicato al caso del Lupo Cattivo).

Un seguito carico di aspettative che l’autrice è riuscita a soddisfare al meglio costruendo una storia originale e intrecciata, intrigante e ricca di mistero, coniugato ad una scrittura ricca di emozioni e al tempo stesso estremamente scorrevole.

E’ un piacere per me aver fatto parte di questo blog tour insieme a compagne di viaggio così brave ed appassionate: di seguito la mia recensione e dove leggere tutte le tappe del tour!

Continua a leggere “Review Party: Osservatore Oscuro di Barbara Baraldi”

A Disabilandia si tromba: intervista a Marina Cuollo

Irriverente, dissacrante, divertente ed estremamente vero.

Sono questi gli aggettivi che vengono subito in mente pensando al libro di Marina Cuollo “A Disabilandia si tromba” (Sperling & Kupfer), un prontuario che finalmente parla in maniera chiara della disabilità senza sconti per alcuna categoria. Perché ognuno ha i propri limiti e, senza voler sminuire le difficoltà, riporta nella giusta prospettiva cosa significhi avere un handicap. Perché tutti siamo ugualmente individui con tutti i nostri problemi, con la nostra vita quotidiana che ci fa gioire o infuriare, con le piccole grandi cose che ci irritano.

Ed è forse questo che Marina ha cercato così tenacemente di trasmettere col suo esplosivo libro: siamo tutti uguali nell’essere diversi.

E’ stato per me un vero piacere poterla intervistare e, spero un giorno, incontrarla e complimentarmi con lei per questo piccolo grande gioiello, un libro dove si ride e ci si riconcilia col mondo, dove le diversità sono parte del suo bello e non un problema da nascondere o minimizzare. Ma poi, esiste davvero la cosiddetta “normalità”?

Ecco cosa ci siamo raccontate e, vi prego, leggete questo libro, condividetelo, parlatene; Marina non tralascia nessun aspetto, sfata miti e pregiudizi, crea identikit e profili.  Insomma, leggere “A Disabilandia si tromba” è il modo migliore per capire due universi tanto diversi quanto esattamente uguali.

Ah, un ultimo avvertimento: astenersi politically correct 😉

Continua a leggere “A Disabilandia si tromba: intervista a Marina Cuollo”

Review Party: Il Regno del male di Sandro Ristori

Cosa vi aspettate da un romanzo fantasy? Molti di voi, ne sono certa, amano romanzi e serie come Il Trono di Spade di George R.R. Martin o La Prima Legge di Joe Abercrombie, quei romanzi ambientati in un passato duro, oscuro, pieno di intrighi e violenza, dove la legge della spada e gli inganni sono la regola.

Ecco, se amate quel genere di high fantasy piuttosto crudo, che non lascia spazio ai sentimentalismi e vi catapulta direttamente in un passato da incubo, siete davanti al romanzo giusto per voi. “Il Regno del male” di Sandro Ristori (Newton compton) è il primo capitolo di una serie che si propone di ridisegnare un mondo e scaraventarvici dentro.

Questa la mia recensione.

Continua a leggere “Review Party: Il Regno del male di Sandro Ristori”

Release Party: recensione Chills di Mary Sangiovanni

Come iniziare al meglio la giornata se non parlando di libri? Mi correggo: di bei libri?

E’ questo il caso di Chills, ultimo nato in casa Dunwich Edizioni, in uscita proprio oggi. Ho avuto la possibilità di leggerlo in anteprima e, devo ammettere, l’ho divorato! 

Mary Sangiovanni tesse le linee di questo thriller come la tela di un ragno che piano piano ti avvolge per non lasciarti più. Se avete voglia di una storia coinvolgente, agghiacciante, con personaggi ben congegnati e frequenti brividi, siete approdati nel posto giusto.

Nella piccola cittadina di Colby nel Connecticut è arrivata la tempesta di neve del secolo. Un po’ strano a maggio, ma ciò che è più inquietante è la scia di morti che lascia dietro di sé e uno strano biglietto da visita completamente nero che viene ritrovato accanto ai cadaveri.

Tutto lascerebbe pensare ad un rituale occulto, per questo motivo il detective Jack Glazier decide di coinvolgere una specialista in grado di svelare chi c’è dietro questi brutali omicidi.

Pronti ad entrare nel mondo di Chills? Di seguito trovate la mia recensione spoiler-free.

Continua a leggere “Release Party: recensione Chills di Mary Sangiovanni”

Recensione: The Sandman. Cacciatori di Sogni di N.Gaiman e Y.Amano

Domani torna in libreria (la prima introvabile edizione è datata 1999), in occasione del decennale della serie Sandman, “Cacciatori di sogni”, un romanzo breve che Neil Gaiman scrisse basandosi su una leggenda della tradizione giapponese. A impreziosire ulteriormente il libro, le oniriche illustrazioni di Yoshitaka Amano.

L’ispirazione è arrivata a Gaiman da uno scritto del reverendo B.W. Ashton da”Fairy Tales of Old Japan” il cui titolo originario era La volpe, il monaco e il Mikado dei sogni di tutte le notti.

I protagonisti di questo racconto sono un monaco che vive isolato nel suo tempio, una volpe dall’aspetto mutevole e un Maestro di Yin Yang disposto a tutto pur di scacciare la paura e ritrovare la propria serenità.

Ecco la mia recensione in anteprima.

Continua a leggere “Recensione: The Sandman. Cacciatori di Sogni di N.Gaiman e Y.Amano”

[Libro+Serie] Il Racconto dell’Ancella di Margaret Atwood

Quando uscì per la prima volta nel 1985 “Il Racconto dell’Ancella” riscosse una grande attenzione, vinse il Premio Arthur C. Clarke (nel 1987) e il Governor General’s Award ed è stato candidato al Premio Nebula, al Premio Prometheus e al Booker Prize.

Se dovessimo dargli una definizione, “Il Racconto dell’Ancella” incarnerebbe l’anima più pura del genere distopico, ma la Atwood ha precisato che ogni fatto raccontato, ogni particolare presente, ogni situazione è stata da lei assemblata da avvenimenti realmente accaduti in qualche parte del mondo, in epoche diverse e che tutto è reale.

Di recente è uscita in America la serie omonima (che dal 26 settembre arriverà anche in Italia grazie a TIMvision) e a giugno è stato ristampato anche da noi il romanzo (Ponte alle Grazie): quale migliore occasione per immergersi completamente in queste oscure atmosfere?

Di seguito trovate la recensione della serie, del romanzo, un loro parallelismo e alcune curiosità.

Continua a leggere “[Libro+Serie] Il Racconto dell’Ancella di Margaret Atwood”