Recensione: Dieci Piccoli Respiri di K.A. Tucker

Dieci Piccoli Respiri di K.A. Tucker (Newton Compton) è uno dei libri che ho portato in valigia per queste vacanze 2014. Non sono un’amante dei romance, ma delle storie particolari sì. Qui la protagonista, Kacey, si trova ad affrontare una realtà spaventosa: in un’incidente automobilistico ha visto morire accanto a sé i genitori, il fidanzato e la migliore amica. Chiunque sarebbe rimasto segnato da un fatto così grave, ma Kacey ha una missione: Livie, la sorellina minore che quella sera era rimasta a casa perché malata. Deve vivere, deve essere forte per lei. Questa è la loro storia (spoiler free).

Sì può tornare ad una vita normale dopo che tutto ciò che avevi è andato irrimediabilmente perduto? Secondo Kacey, no. Uno stupido incidente le ha tolto tutte le persone che contavano di più, è stata costretta a cambiare città, scuola e andare a vivere con gli zii. Unica ancora di contatto con la realtà la sorellina Livie: è per lei che decide di essere forte e quando scopre che lo zio – il quale ha speso tutti i fondi del college di Kacey costringendola ad andare a lavorare anziché studiare – ha tentato di molestare la ragazzina, è stato semplice organizzare la fuga. Lontano dal passato, lontano dagli zii, per iniziare davvero una nuova vita, vicino al mare (la passione di entrambe) in una città lontana (Miami) per permettere a Livie di essere serena e continuare a studiare, dato che è un piccolo genietto.

k.a.tucker - kaceyKacey, però, ha difficoltà a relazionarsi con gli altri, è sempre arrogante, sospettosa e odia qualsiasi contatto fisico. Il solo che riesce ad avere è quello con il sacco da pugilato: unica concessione, infatti, frequentare una palestra dove poter scaricare le tensioni, la rabbia, la disperazione.

Ma proprio sul suo cammino si affaccia qualcuno che sembra capirla, esserci quando ha bisogno, provare qualcosa per quel “guscio vuoto” che crede di essere. Il suo cuore, lentamente, pare iniziare a sciogliersi, e concederle di fidarsi finalmente di qualcuno, come il vicino di casa Trent. Il ragazzo però nasconde qualcosa, una verità che potrebbe far ripiombare Kacey nell’orrore da cui stava lentamente uscendo.

Review

E’ una recensione difficile quella cui mi appresto a scrivere, il motivo è presto detto: avevo molte aspettative su questo libro e, nonostante non mi abbia deluso, non è però riuscito a coinvolgermi come avrei voluto.

Obiettivamente, la scrittura di K.A. Tucker è molto buona, fluida, semplice e diretta. I personaggi, in particolare Kacey e la sorella Livie, sono ben caratterizzati e anche la rabbia e la frustrazione della protagonista sono rese molto bene dalla prima persona con cui il libro è scritto.

Il racconto pone molte domande, soprattutto di tipo psicologico: come reagiresti ad un fatto così tragico? Riusciresti a ricostruirti una vita? E’ possibile dimenticare tutto questo orrore? O semplicemente si cerca di ignorarlo? Tutte domande che inevitabilmente anche il lettore si pone, di volta in volta “appoggiando” o rifiutando il comportamento della protagonista.

k.a.tucker - trentIl racconto inizia proprio con la fuga di Kacey e Livie: sono passati già 4 anni dall’incidente e tanto è successo nel frattempo che le ha portate, appunto, a dare una brusca sterzata alla loro vita. A sconvolgerla ulteriormente saranno i nuovi vicini di casa: da un lato Storm, una ragazza madre che lavora in un night e dall’altra Trent, un misterioso ragazzo che sembra avere sempre una parola giusta per Kacey.

Non vi svelo altro della trama perché contiene uno stravolgimento davvero impensato che cambierà completamente la prospettiva e vi farà riflettere ulteriormente sui piccoli sbagli quotidiani, sulle scelte affrettate, sui dettagli ai quali ognuno di noi non sempre fa caso. Situazioni minime che, in sfortunate occasioni, possono portare a conseguenze terribili. Siamo pronti a pagarne le spese?

Ecco, sono senz’altro più le domande che le risposte in questo romanzo che, purtroppo, non è riuscito a coinvolgermi a tal punto da farmi entrare nella storia (nonostante l’abbia divorata in due giorni… ah, la curiosità!). Purtroppo non ha il pathos de Il linguaggio segreto dei fiori o la forza emotiva di Colpa delle Stelle, entrambi libri che mi hanno in qualche modo cambiata, arricchita.

Dieci piccoli respiri è un bel libro, leggero nonostante le premesse (questo è dovuto al fatto che al di là delle premesse, la linea narrativa è incentrata sulla storia d’amore che coinvolge i protagonisti) e adatto ad una lettura non troppo impegnata ma gradevole.

Voto: 6 e 1/2

Il libro è il primo di una serie, ognuno autoconclusivo. Ecco le copertine e l’esatta cronologia:

– In Her Wake (Ten Tiny Breaths, #0.5): prequel della serie, in uscita negli USA il 1° settembre 2014;
Ten Tiny Breaths (Ten Tiny Breaths, #1): uscito in italia a luglio 2014 col titolo Dieci piccoli respiri;
– One Tiny Lie (Ten Tiny Breaths, #2): inedito in Italia, uscito negli USA l’11 giugno 2013;
Four Seconds to Lose (Ten Tiny Breaths, #3): inedito in Italia, uscito negli USA il 4 novembre 2013;
– Five Ways to Fall (Ten Tiny Breaths, #4): inedito in Italia, uscito negli USA il 24 giugno 2014.

One Tiny Lie ha come protagonista Livie, la sorella di Kacey; Four Seconds to Lose parla di Cain il proprietario del night dove lavora la vicina di casa della ragazza; in Five Ways to Fall il main character è Ben, uno dei buttafuori del locale di Cain. Il 1° settembre, invece, uscirà la novella prequel In Her Wake dove conosceremo la vita di Trent prima di incontrare Kacey. E a questo proposito ho una sorpresa per voi, che svelerò il 2 settembre… fino ad allora, acqua in bocca! 😉

Book summary

k.a.tucker - banner ten tiny breathsKacey Clearly aveva solo vent’anni quando la sua vita è andata in pezzi. Un terribile incidente automobilistico le ha portato via i suoi genitori, il suo fidanzato e la sua migliore amica. Ora, dopo quattro anni trascorsi a casa degli zii nel Michigan, Kacey decide di fuggire via per sempre. Una notte lei e sua sorella Levie prendono un autobus per Miami e lì, nonostante le difficoltà economiche, possono finalmente ricominciare a progettare una nuova vita. Kacey però non è ancora pronta a lasciarsi alle spalle il passato e stringere nuove amicizie, neppure se a chiederglielo è l’affascinante vicino, Trent Emerson, un enigmatico ragazzo dagli ipnotici occhi blu. Eppure Trent è deciso a far breccia nel suo cuore, e presto Kacey dovrà smettere di stare chiusa a riccio e arrendersi al suo amore…

Author

k.a.tuckerK.A. Tucker vive vicino Toronto con suo marito e le loro due figlie. Dieci piccoli respiri è nato come romanzo autopubblicato. Grazie al successo di download è stato acquisito da un’importante casa editrice che sta pubblicando tutta la serie.

Titolo: Dieci piccoli respiri
Titolo originale: Ten Tiny Breaths
Autore: K.A. Tucker
Traduttore: Rosa Prencipe
Editore: Newton Compton
Collana: Anagramma
Pagine: 288
Prezzo: E. 9,90 cartaceo – E. 4,99 ebook
Data di uscita: 10 luglio 2014

Advertisements

3 thoughts on “Recensione: Dieci Piccoli Respiri di K.A. Tucker

    1. Guarda, a me è piaciuto il libro ma non mi sono sentita coinvolta, ritengo sia proprio una cosa mia e il libro merita. Sono anche molto curiosa di leggere gli altri della serie, sapere cosa succede a Livie, per esempio! Per non parlare della storia dalla parte di Trent (il prequel). ^_^
      P.S. Sei sempre troppo carina ❤

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...