Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli: presentazione del libro di Chiara Moscardelli

Domani, martedì 22 maggio, arriva a Bologna una delle autrici italiane più brave e divertenti, in grado di mischiare giallo, chick lit, mistero e ironia: Chiara Moscardelli sarà nella città felsinea a presentare il suo nuovo romanzo “Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli”.

Dopo “Quando meno te lo aspetti” e “Volevo solo andare a letto presto” (Giunti Editore), è tempo di conoscere Teresa Papavero, la protagonista di questo nuovo romanzo, primo di una trilogia. La protagonista de “La maledizione di Strangolagalli” è una donna poco più che quarantenne che decide di riprendere in mano la sua vita tornando al piccolo paese che le ha dato i Natali. La sua venuta, però, è solcata da strani fenomeni in apparenza casuali ma che, secondo la ragazza, nascondono qualcosa di più.

Del resto, lei, ha studiato per diventare profiler. Che poi abbia trovato un impiego in un sexy shop prima e in un call center dopo, poco importa: il talento nel capire le persone e le situazioni che non vanno è piuttosto spiccato, anche se dovrà convincere il maresciallo Lamonica di non essere pazza e cercare di evitare l’arrogante poliziotto Leonardo Serra.

Insomma, quella che sembrava una rimpatriata tranquilla nel paesino di poco più di 2000 anime – Strangolagalli – è in realtà molto più movimentata di quello che si era immaginata, soprattutto se le vicende strane che capitano in paese si sommano ai misteri del suo passato: la scomparsa della madre e l’ingombrante figura del padre.

Domani, quindi, di tutto questo parleremo Fabrizio Binacchi ed io insieme a Chiara Moscardelli alla presentazione a cui tutti siete invitati. Ecco le coordinate per non mancare:

Martedì 22 maggio 2018
ore 18:30
Libreria Coop Ambasciatori, Via degli Orefici n.19, Bologna

E se vorrete arrivare super preparati, QUI potete leggere un estratto del libro.

Continua a leggere…

Annunci

Recensione: Storia della piccola volpe che mi insegnò il perdono di Sergio Bambarén

E’ da poco in libreria per Sperling & Kupfer, l’ultimo lavoro di Sergio Bambarén: “Storia della piccola volpe che mi insegnò il perdono”, un piccolo libro dedicato ad un incontro che l’autore ha avuto alcuni anni fa e che molto gli ha insegnato.

Sergio Bambarén è in Italia proprio in questi giorni per presentarlo e domani, 23 giugno alle 18.00 avrò il piacere di dialogare con lui alla Libreria Ubik Irnerio di Bologna. Chiaramente siete tutti invitati!

Un libro particolare che parla di sogni, di speranze, di ciò che gli animali e la natura ci insegnano e di cosa hanno bisogno per poter vivere insieme in pace e armonia.

Ecco la mia recensione del libro e, se verrete, ne parleremo insieme domani ❤

Continua a leggere “Recensione: Storia della piccola volpe che mi insegnò il perdono di Sergio Bambarén”

L’Estate Fredda: intervista a Gianrico Carofiglio

Oggi alle 18.00 a Bologna presso la Libreria Coop Ambasciatori (Via degli Orefici, 9) a Bologna, ci sarà la presentazione dell’ultimo romanzo di Gianrico Carofiglio “L’Estate Fredda” (Einaudi).

E’ stato per me un piacere intervistare l’autore per parlare di questo incontro (cui seguirà un fimacopie – siete avvisati!) e del suo ultimo libro che vede tornare protagonista il maresciallo Pietro Fenoglio.

E voi, ci andrete? Avete già letto L’Estate Fredda?

Continua a leggere “L’Estate Fredda: intervista a Gianrico Carofiglio”

Ragioni per continuare a vivere: intervista a Matt Haig

matt haig - ragioni per continuare a vivereE’ uscito in libreria il 5 novembre Ragioni per continuare a vivere di Matt Haig (Ponte alle grazie), un libro-testimonianza di un’esperienza traumatica vissuta dall’autore che è caduto – per un periodo della propria vita – in una forte depressione. Un volume prezioso che si pone non solo come esposizione di un fatto accaduto ma soprattutto come una speranza di luce “alla fine del tunnel” e, ancor di più, come inno alla vita.

Un libro eccezionale che con estremo realismo condito da qualche sorriso è in grado di parlare al cuore delle persone che vivono direttamente o indirettamente situazioni di questo tipo. L’autore è stato in Italia per presentare Ragioni per continuare a vivere e ho avuto l’occasione di intervistarlo a proposito di questo suo coraggioso volume.

Ecco cosa mi ha raccontato. Continua a leggere “Ragioni per continuare a vivere: intervista a Matt Haig”

La Contea dei Ruotanti di Franco Bomprezzi

franco bomprezzi - la contea dei ruotanti

Se seguite il blog da un po’ vi sarete ormai resi conto della mia ossessione passione per i romanzi distopici ed è con po’ di vergogna che ammetto di aver scoperto solo ora che in tempi non sospetti – prima dell'”invasione” anche sul mercato italiano e internazionale di titoli come Divergent, Hunger Games e molti altri – è uscito in Italia un romanzo distopico scritto da un autore nostrano che denota elementi decisamente originali.

Sto parlando de La Contea dei Ruotanti di Franco Bomprezzi, noto giornalista e blogger, purtroppo mancato lo scorso dicembre. L’autore ha immaginato un mondo govenato dai “ruotanti” – persone sulle sedie a rotelle – dove i “camminanti” sono banditi.

Una sorta di rovescio dei ruoli, per dimostrare – sì, ce n’è ancora bisogno – che la discriminazione – qualunque sia – parte sempre da un presupposto errato, dalla convinzione di essere gli unici depositari della Verità e avere il diritto-dovere di imporre a tutti una sola – la propria – visione del mondo. Un modo singolare per ribaltare le prospettive e vivere la storia da un punto di vista diverso.

Continua a leggere “La Contea dei Ruotanti di Franco Bomprezzi”

Bologna: il 14/01 presentazione di Venti corpi nella neve di Giuliano Pasini (TimeCrime)

Domani, 14 gennaio, sarà a Bologna Giuliano Pasini esordiente autore del giallo “Venti corpi freddi” pubblicato da TimeCrime, nuovo marchio editoriale del gruppo Fanucci, dedicato alla narrativa di genere noir e thriller. Il libro, in libreria dal 5 gennaio, è disponibile al prezzo lancio di E.7,90. Assolutamente imperdibile!

Continua a leggere “Bologna: il 14/01 presentazione di Venti corpi nella neve di Giuliano Pasini (TimeCrime)”