Serie TV: The Whispers #WhoIsDrill

whispers-posterE’ proprio quando pensi che nulla di originale possa più essere inventato, il fato, il destino, il caso (?) sono pronti a farti cambiare idea.

Il caso – opto per questo – ha messo sulla mia strada The Whispers, una nuova serie targata Fox che sarà in onda per l’Italia a partire dall’8 settembre. Complici il titolo che mi ha ricordato un’altra serie (Ghost Whisperer – che comunque nulla ha a che fare con questa ma tant’è) e l’aspetto inquietante/fiabesco della bambina sulla locandina, The Whispers mi ha subito attratta. Senza contare che l’idea per la serie è presa dal racconto Ora Zero dello scrittore di fantascienza Ray Bradbury, noto ai più per il suo terrificante romanzo distopico (ehm, uno dei miei preferiti) Fahrenheit 451, contenuto nella raccolta di racconti Il Gioco dei Pianeti (USA, 1951 – Prima edizione italiana nel 1995…).

Quindi, secondo voi, cosa potevo fare? Esatto! Ho iniziato a vedere la storia in lingua originale ed ecco tutte le informazioni e le mie impressioni in merito. Per chi ha fretta le riassumo: NON PERDETELO! Per gli altri, ecco l’articolo ma vi avverto che sarà luuuunghissimo!

whisper - harper
The Whispers – Harper

Facciamo finta di essere degli alieni che hanno bisogno di risorse e decidono di invadere un pianeta. Come agiremmo? Dapprima una breve ricognizione per capire se fa al caso nostro, poi cercheremmo di capire qual’è il loro punto debole. E quali sono gli elementi più preziosi e fragili che esistono sulla terra? La risposta è semplice: i bambini. E se scopri che i bambini sono gli unici a poterti sentire e ti considerano un amico?

Agghiacciante, vero? Del resto, gli amici “immaginari” sono comuni nei più piccoli, così come la grande passione per il gioco e il mistero. Per cui, se domani vostra figlia (o vostro figlio) venisse da voi dicendo di avere un amico immaginario di nome Drill con il quale sta facendo un gioco che si chiama “invasione” probabilmente fareste come una delle protagoniste di questa serie: sorridereste considerando la creatività della bambina e le direste di invitarlo a cena, non vi passerebbe nemmeno per l’anticamera del cervello che potrebbe trattarsi di un alieno che comunica con la ragazzina e che sta pianificando la distruzione della Terra.

Un’idea che lascia adito a molte riflessioni, com’è normale nei lavori dello scrittore americano Ray Bradbury, noto per la sua distopia Fahrenheit 451, ma illustre scrittore di racconti e trasposizioni televisive, recentemente scomparso (2012), autore di Ora Zero il racconto che ha dato ispirazione alla serie. In The Whispers viene enfatizzato il fatto che “gli adulti non ascoltano veramente i bambini“, che “ai bambini non viene mai detta tutta la verità” e frasi simili che “aiutano” l’ascesa degli extra terrestri e fa riflettere il telespettatore su quanto, effettivamente, vengano presi sul serio i propri figli, quanto siamo disattenti o assenti quando stiamo con loro.

whisper - minx
The Whispers – Minx Lawrence

Tornando alla serie, sappiate che ha omaggiato in pieno l’autore di fantascienza lasciando invariato il nome dell’alieno – Drill – e molto simile il nome di una delle piccole protagoniste – Minx al posto di Mink; in aggiunta, la scena iniziale della storia è quasi identica a quella della serie. Il racconto è uscito in Italia a distanza di 44 anni dalla sua prima pubblicazione – ehm – in patria, dove però ebbe una prima trasposizione televisiva nel programma The Ray Bradbury Theater: uno show realizzato dalla HBO e andato in onda dal 1985 al 1992 dove lo stesso Bradbury presentava alcuni suoi racconti e ne scriveva altri adatti al media. Siete curiosi di vederlo? Ecco l’episodio storico – un corto di 23 minuti – andato in onda il 10 gennaio 1992.

.
Ma veniamo a The Whispers.

whisper - claire
The Whispers – Claire Bennigan

L’Agente dell’FBI Claire Bennigan (Lili Rabe) è specializzata nella gestione di casi che coinvolgono bambini. Rientra da un periodo di permesso a causa della scomparsa del marito Sean (Milo Ventimiglia) – a sua volta Capitano della US Airforce – durante una missione tre mesi prima, un brutto colpo soprattutto per Henry, il loro bambino diventato recentemente sordo a causa di una malattia non ben specificata.

whisper - sean
The Whispers – Sean Bennigan

Il primo caso su cui indaga è un incidente domestico dove, però, sembra esserci una certa premeditazione della bambina di soli sei anni, Harper , che ha fatto cadere dalla casetta sull’albero la madre. Un piano impossibile per una bambina di quella età che per di più afferma essere stato parte di un gioco fatto con il suo amico Drill.

Anche Minx la figlia di Wes Lawrence (Barry Sloane), ex amante di Lena e Operativo del Ministero della Difesa, inizia ad avere comportamenti strani e a parlare di un amico immaginario con lo stesso nome.

Insomma, le circostanze iniziano davvero ad essere inquietanti e appare subito chiaro che questi bambini hanno qualcosa in comune, un individuo che li spinge a commettere azioni spacciandole per un gioco.

Ma chi è Drill (#WhoIsDrill)? E cosa vuole dai bambini e dalle loro famiglie? C’è una logica in queste azioni? E se sì, quale?

whisper - wes
The Whispers – Wes Lawrence

Chiaramente ho semplificato molto la trama e anticipato pochissimo per non fare spoiler ma carne al fuoco ce n’è tanta e il telefilm risulta essere misterioso e intrigante, allo stesso tempo realistico e concreto. I personaggi sono ben delineati e presentano la figura di Claire che è senz’altro tra quelle meno “battute” da film, telefilm e letteratura in genere: agenti specializzati nel trattare con i bambini. E a proposito di bambini, sono davvero tutti molto bravi.

whisper - henry
The Whispers – Henry Bennigan

La mia preferita è Harper (sotto trovate un breve video – in inglese – dove parta del gioco di Drill. Non è adorabile?), una dolcissima bambina con una pronuncia davvero buffa e bravissima a recitare (spero che riescano a rendere la sua voce così carina anche nel doppiaggio italiano) ma anche Henry e Minx sono attori nati, molto presenti nel telefilm e davvero efficaci nell’esprimere emozioni coerenti con i loro ruoli (Minx, una bella bambina bionda con gli occhi azzurri che assomiglia ad una bambola, sa essere davvero terrificante).

.
Per quanto riguarda gli attori adulti, tutti ricorderanno Barry Sloane per il ruolo di Aiden Mathias nella serie Revenge, parte che inizialmente non mi aveva convinto ma che il ragazzo ha saputo valorizzare e rendere interessante. Anche Milo Ventimiglia non credo abbia bisogno di presentazioni. Personalmente l’ho conosciuto con la serie Heroes (che ho amato) nella quale interpretava Peter Petrelli, grazie al cui ruolo ha vinto nel 2008 il Teen Choice Award for Choice TV Actor Action.

whisper - lena
The Whispers – Lena Lawrence

Lili Rabe è stata per me una scoperta, ma i tanti fan di American Horror Story l’avranno senz’altro presente. Anche lei è davvero capace in questo personaggio diverso dal solito, un ruolo che tratteggia una donna molto forte che ha commesso altrettanti errori ma ha la forza di volontà e le capacità di risollevarsi da qualsiasi caduta. Volto noto anche per Kristen Connolly che interpreta Lena Lawrence, moglie di Wes e nota per la sua partecipazione – fra gli altri – alla serie House of Cards. Qui di seguito trovate una breve intervista ai protagonisti del cast. Da citare anche Jessup Rollins agente dell’FBI collega di Claire, interpretato da Derek Webster.

Un cast interessante e ben diversificato per un telefilm che vi terrà incollati allo schermo.

whisper - cast

Anche dal lato della produzione troviamo un nome fra i tanti sinonimo di qualità: Steven Spielberg.

Peccato non si abbiano notizie rassicuranti circa il prosieguo della serie. Il 30 giugno 2015, infatti, sono scaduti i contratti con gli attori (qui la notizia) che, a questo punto, potrebbero decidere di prendere altri impegni. Come Milo Ventimiglia, per esempio, che è tenuto d’occhio per una nuova serie, Shooter, di prossima produzione (stanno pianificando in questo periodo il Pilot), ma non è tutto. Lili Rabe non ha particolarmente apprezzato lo spostamento del setting da Los Angeles a Vancouver, un allontanamento che non le ha permesso di mantenere impegni teatrali in corso e che vorrebbe riprendere al più presto. Se fosse quindi presente nella seconda stagione, lo sarebbe solo per alcuni episodi e spostare nuovamente a L.A. la registrazione, invece, sembra davvero impossibile a causa degli alti costi che avrebbe per la produzione.

Nel frattempo, però, consiglio di vedere The Whisper in partenza in Italia l’8 settembre su Fox (canale satellitare 112) – e per convincervi ulteriormente ecco il trailer – in inglese.

.
Poi fatemi sapere cosa ne pensate 😉

Buona visione!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...