#BookTag – 25 Domande sui libri

racconti dal passato

Mi piace moltissimo leggere le interviste ai blogger, soprattutto quando si parla di libri per capire se ci sono altri malati appassionati come me in giro e, beh, questo tag è davvero carino!

Le domande sono parecchie ma prometto di essere sintetica, ma prima di tutto ringrazio Airals di Airals Books – Welcome to my Bookland per avermi taggata e Racconti dal passato per aver creato questo tag su WordPress.

Le regole

  1. Nomina almeno 5 blog a cui fare le domande;
  2. Cita sempre chi ha creato il tag Racconti dal passato;
  3. Nomina e ringrazia il blog che ti ha nominato (quindi Wonderful Monster: http://www.wmbookblog.com);
  4. Usa come immagine quella in cima a questo post.

ECCO A VOI LE DOMANDE:

1) Come scegli i libri da leggere?

A secondo del mio stato d’animo del momento, guardando le copertine. Poi, se le cover mi stuzzicano passo a leggere la trama e se anche quella mi conquista beh, ecco la mia prossima lettura!

2) Dove compri i libri: in libreria o online?

Non ho un e-reader e certo volte lo rimpiango, però amo davvero tantissimo i libri di carta e li compro prevalentemente in libreria perché mi piace prima guardarli – dal vivo – toccarli, leggere le prime pagine… tutte cose che on-line non si possono fare.

3) Aspetti di finire la lettura di un libro prima di acquistarne un altro oppure hai una scorta?

Quanto vorrei riuscirci! Tempo fa trovai una frase in un libro che rappresenta esattamente il mio modo di rapportarmi ai libri “i libri a volte sono possessivi, vero? Cammini in una libreria e un determinato libro ti salta incontro, come se si fosse spostato lì da solo, soltanto per attirare la tua attenzione. A volte quello che c’è dentro ti cambierà la vira, a volte non ci sarà neanche bisogno di leggerlo. A volte avere intorno un libro è semplicemente un conforto.“. Non finirò mai di leggere tutti i libri che ho ma continuo ad acquistarli perché averli intorno, semplicemente, mi fa stare bene. [Citazione da Giorni di zucchero, fragole e neve di Sarah Addison Alley]

4) Di solito quando leggi?

Dipende. Il mio posto preferito è sul letto la sera dopo cena e prima di dormire, ma leggo ovunque: in attesa in banca, al bar mentre faccio colazione, quando vado in bagno. Insomma, ogni volta che ne ho la possibilità tanto un libro con me ce l’ho sempre.

5) Ti fai influenzare dal numero delle pagine quando compri un libro?

Sì, il mio libro ideale è tra le 250 e le 400 pagine. Meno di 250 mi da l’idea di essere troppo breve (raramente leggo i racconti perché mi danno l’idea di lasciarmi a secco di emozioni e approfondimento) mentre quando supera le 400 ho paura che sia troppo allungato e di stancarmi prima di arrivare in fondo per cui è molto raro che acquisti/legga romanzi così lunghi. Ci sono comunque sempre eccezioni: il romanzo più lungo che abbia mai letto è stato lo splendido Cose Preziose di Stephen King… 1168, ricordo ancora perfettamente il numero di pagine!

6) Genere preferito?

Leggo romanzi di generi differenti, anche se i miei preferiti sono gli urban fantasy, distopici, paranormal e horror. Vado comunque a periodi, ho avuto una vera e propria passione per i gialli, polizieschi ma ne ho letti così tanti che oggi non riesco quasi più ad avvicinarmi a loro perché mi sembra non ci sia mai niente di nuovo. Mi piace molto il target YA (molto più dell’NA) e ne leggo tantissimi, di stampo diverso. Se, invece, c’è un genere che amo meno di tutti è romance soprattutto se sfocia nell’erotico. So che va di moda ma non mi prende più di tanto, salvo nel raro caso si tratti di storie molto particolari e ben scritte.

7) Hai un autore preferito?

Difficile a dirsi, solitamente penso prima ai libri che agli autori stessi e amo di più gli stranieri degli italiani. Se devo citarne alcuni che al solo nome esulto, posso citare Mirya (come non citare l’emozionante Trentatré – prima o poi mi riprendo e scrivo anche la recensione – e Di Carne e Di Carta?) e Claudio Vergnani (la trilogia del 18 Vampiro è geniale e ho bramato per mesi La Sentinella che sto avidamente leggendo), se parliamo di stranieri, fino a poco tempo fa avrei citato Stephen King ma ultimamente mi sta deludendo, perciò tralascio a favore di Kerstin Gier (dalla Trilogia delle Gemme alla serie Silver è una garanzia), Charlaine Harris (ho adorato tutti e 13 i volumi di Sookie Stackhouse, così come la quadrilogia di Harper Collins… appena pubblica qualcosa è mio!), Darynda Jones (la serie della Cacciatrice di Anime è fantastica) e Jennifer L.Armentrout (a partire dalla Lux series all’ultimo Caldo come il fuoco sa divertirmi e conquistarmi). Leggo però tanti autori esordienti – anche stranieri – soprattutto per il genere che propongo e l’intrigo delle trame.

8) Quando è iniziata la tua passione per la lettura?

Grazie ad una giovane professoressa di lettere che sostituiva la mia l’ultimo anno delle superiori. Un po’ tardi, rispetto a molti, ma garantisco che da allora ho recuperato!

9) Presti i libri?

Adoro scambiare libri ma appena lasciano le mie mani ne sento la mancanza, vedi la risposta n.3 per cui li presto solo a pochissime e selezionate persone che so trattarli bene.

10) Leggi un libro alla volta oppure riesci a leggerne diversi insieme?

Sono un disastro. Appena ho un libro tra le mani lo inizio, non so resistere. Dopo però mi sento in colpa e torno a quello di prima. Dato che spesso ne prendo 2/3 per volta faccio davvero una gran confusione finché il raziocinio non si mette di mezzo e mi fa decidere di proseguire per uno. Ho provato a leggerne più di uno in contemporanea ma è troppo faticoso.

11) I tuoi amici/famigliari leggono?

Ho un’amica con cui condivido la passione ma in famiglia nessuno. Grazie al blog, però, ho conosciuto tante persone con cui condividere la mia mania per i libri.❤

12) Quanto ci metti mediamente a leggere un libro?

Cerco di leggerne almeno uno a settimana ma non sempre mi riesce (è capitato però di leggerne anche 2 soprattutto quando sono in vacanza). Una volta l’anno, poi, mi capita il “blocco del lettore” e guai a chi mi sta vicino in quel periodo!

13) Quando vedi una persona che legge (ad esempio sui mezzi pubblici) ti metti immediatamente a sbirciare il titolo del suo libro?

Assolutamente sì! Lo trovo un fenomeno così raro da valere un analisi approfondita, soprattutto se sono uomini mi incuriosisce sapere cosa leggono (penso di non conoscere – di persona – nemmeno un uomo che legge!).

14) Se tutti i libri del mondo dovessero essere distrutti e potessi salvarne uno soltanto quale sarebbe?

Questa sì che sarebbe una tragedia! Penso la serie Harry Potter (vale anche se sono 7?) perché mi ricorderebbe sempre che esiste la magia nel mondo e che prima o poi a tutto c’è una soluzione, soprattutto se ci manteniamo giovani dentro.

15) Perché ti piace leggere?

Adoro le storie (vedo anche molti film e serie tv) e la lettura, in particolare, mi coinvolge in mondi e vicende che non vivrò mai; insieme a lei sogno, rido, piango, mi emoziono. Mi fa sentire viva.

16) Leggi libri in prestito (da amici o dalla biblioteca) o solo libri che possiedi?

Principalmente leggo libri miei, prendo in prestito solo i libri non più in catalogo o edizioni particolari introvabili.

17) Qual è il libro che non sei mai riuscito a finire?

Ce ne sono davvero tantissimi che non finisco! Sia inteso, odio non finirli ma quando vedo che mi trascino per giorni e giorni arrivo sfinita e lo abbandono anche se ho superato la metà. Uno dei libri che ho abbandonato è ritenuto da molti un capolavoro ma io proprio l’ho odiato: Cent’anni di solitudine di Gabriel Garcia Marquez (sì, lo so, è una bestemma ma – giuro – l’ho odiato!).

18) Hai mai comprato un libro solo perché aveva una bella copertina, e cosa ti attrae nella copertina di un libro?

Mi capita più spesso di quanto voglia ammettere. Lo so che la cover è solo un bella confezione ma se è fatta bene svela più di ogni trama o estratto il tenore del libro, il contenuto e la storia che andrai a vivere. Cosa mi attrae? Solitamente i colori – adoro l’azzurro, il viola e in generale i colori decisi – e i caratteri con cui sono scritti i titoli. Mi piacciono le copertine d’impatto con grossi contrasti e ho una predilezione per tutti quelli che ritraggono modelle con splendidi abiti vittoriani!

19) C’è una casa editrice che ami particolarmente, e perché?

Non ho mai pensato ai libri in quest’ottica, è una domanda su cui non ho mai riflettuto. A volte ho preferenze per una o per l’altra solo perché in un determinato periodo pubblicano più libri relativi al “mio” genere rispetto alle altre ma è assolutamente variabile e non determinante ai fini di ammirare o meno una casa editrice.

20) Porti i libri dappertutto (ad esempio in spiaggia o sui mezzi pubblici) o li tieni “al sicuro” dentro casa?

Ho una borsa particolare con uno scompartimento imbottito e una chiusura di sicurezza che tiene al calduccio e riparati i libri per cui, sì, sono sempre con me e assolutamente rispettati!

21) Qual è il libro che ti hanno regalato che hai gradito maggiormente?

Domanda a trabocchetto… la gente ha il terrore quando deve regalarmi un libro visto che ne leggo e compro tanti per cui spesso mi regalano le Feltrinelli Card sapendo che mi rendono felice, così mi compro quello che più desidero in quel momento. Ah, chiaramente ricordo chi mi ha regalato la card e quali libri ho comprato grazie a loro.

22) Come scegli un libro da regalare?

Adoro regalare libri e tentare di indovinare che cosa piace alle persone. Questo tipo di regalo lo faccio soprattutto a chi legge poco, come incentivo (e sperando di non regalare qualcosa di doppio).

23) La tua libreria è ordinata secondo un criterio, o tieni i libri in ordine sparso?

Sono una casinista, è ora di ammetterlo. Tento di metterli in un ordine specifico ma faccio davvero fatica. Tempo fa avevo tentato di dividerli per genere ma alcuni sono inclassificabili o appartenenti a più generi per cui impazzivo. Ora li divido per priorità di lettura e a seconda che ne abbia già parlato nel blog o meno (tipo: questi letti e da fare la recensione; questi letti e recensione già fatta; qui da leggere con priorità e poi scriverci ecc.).

24) Quando leggi un libro che ha delle note, le leggi o le salti?

Sono curiosissima! Certo che le leggo, sia mai che mi sfugga qualcosa! Così come adoro leggere i ringraziamenti alla fine: considero terminato un libro solo dopo aver letto tutte le appendici!

25) Leggi eventuali introduzioni, prefazioni e postfazioni dei libri o le salti?

Ogni volta mi sforzo di leggerle, ma fosse per me passerei direttamente al primo capitolo. Ad esempio, odio i prologhi e se non fossero necessari li salterei a piè pari. Purtroppo lo sono e prego sempre siano brevi!


Ed eccoci al momento delle nomine:

– Chiara di Chiara Legge Troppo;
– Franci di Coffee and Books;
– Anncleire di Please Another Book;
– Cecilia di Se solo sapessi dire;
– Alessandra di L’Angolino di Ale.

E’ stata durissima rispondere a tutte le domande ma sono curiosissima di leggere cosa risponderanno le mie amate colleghe (sperando di non avervi, nel frattempo, annoiati) ^_^

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...