L’alibi della vittima: intervista a Giovanna Repetto

giovanna repetto - l'alibi della vittimaEra un po’ di tempo che non mi capitava per le mani un romanzo giallo made in Italy interessante, ben scritto e costruito alla perfezione. Il fatto che si tratti di una scrittrice e che abbia lavorato come psicologa non ha fatto altro che catturarmi ancor di più (la mente umana e i suoi meccanismi mi affascina enormemente). Da qui, la scoperta de L’alibi della vittima dell’autrice Giovanna Repetto, pubblicato per Gargoyle Books. Un libro corale, con una miriade di personaggi, ognuno approfondito e con una propria voce, e un mistero da risolvere, anche se il vero mistero che trapela dalla lettura è l’essere umano, così diverso, così sfaccettato, così unico. Nel bene e nel male. Di questo e di molto altro ho parlato con l’autrice in questa intervista!

Ma prima di lasciarvi all’intervista e alla trama del libro, ecco il booktrailer:

 

Interviste

Ecco l’intervista realizzata con Giovanna Repetto sul libro L’alibi della vittima:

P.S. se non vedete il player qui sopra (ad esempio se usate Chrome): cliccate qui!

Book summary

A Rocca Persa, cittadina dell’agro pontino a pochi chilometri da Roma, fa ogni tanto la sua comparsa Memè, individuo di cui non si sa nulla tranne che fa girare cocaina purissima. Il Maresciallo Trevisan è sulle sue tracce da mesi, ma l’identità dell’uomo resta ancora un mistero. Perfino per Greta, giovane femme fatale che frequenta assiduamente Memè per “lavoro” e che fa di tutto per sostituirsi a lui nel traffico clandestino. Al Servizio per le Tossicodipendenze del paese, intanto, l’ostinata assistente sociale Holy Mary e la diplomatica psicologa Lina lottano per debellare il flagello della dipendenza, mettendo a punto percorsi di riabilitazione per un’utenza che spesso si rivolge a loro per problemi ben più gravi della droga. La sera del 2 settembre viene ritrovato il cadavere di Memè in un appartamento di via Merulana a Roma. La stessa sera molti abitanti di Rocca Persa si trovano nella capitale, ognuno con un alibi più o meno ferreo ma tutti con un movente altrettanto credibile. Chi è stato allora a uccidere Memè? Il docile Marco, nipote della proprietaria dell’appartamento nonché tossicodipendente di Rocca Persa? Gaetano, ex detenuto per rapina a mano armata? Oppure l’affascinante Greta?

Author

giovanna repetto
Giovanna Repetto è nata a Genova, risiede da tempo a Roma dove svolge la professione di psicologa, e in questa veste si occupa da trent’anni di problematiche legate alle dipendenze patologiche. È da vent’anni redattrice della rivista letteraria online Il Paradiso degli Orchi. Le sue opere di narrativa hanno ricevuto diversi riconoscimenti, fra cui il premio Selezione Bancarellino conferito nel 2000 al romanzo per ragazzi La banda di Boscobruno (Mobydick 1999) e il premio Navile Città di Bologna per Palude, abbracciami! (Mobydick 2000). Ha pubblicato inoltre i romanzi La gente immobiliare e Cartoline da Marsiglia (Mobydick 2002 e 2004).

Titolo: L’alibi della vittima
Autore: Giovanna Repetto
Editore: Gargoyle Books
Pagine: 333
Prezzo: 17,00
Data di uscita: dicembre 2013

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...