Recensione: Immortal Rules. Regole di Sangue di Julie Kagawa (Fanucci)

julie kagawa - immortal rulesDa tempo aspettavo di leggere questo libro. I vampiri, lo ammetto, continuano ad avere su di me lo stesso fascino che avevano nell’era precedente Twilight anche se la montagna di libri usciti negli ultimi anni su di loro ha seriamente minato la mia ferrea volontà, rendendola inversamente proporzionale ai libri disponibili sull’argomento. Precisato ciò, mi sono comunque avvicinata alla lettura cercando di non aspettarmi nulla di originalissimo o mai sentito, ma con la speranza di trovare finalmente una storia un pò diversa. E sono felice di dire che la speranza è sfociata in certezza.

Lo so, ormai quando si parla di vampiri, la pietra del paragone è sempre la serie della Meyer, soprattutto se si parla di fantasy e di un target di riferimento YA. Come già anche altri hanno avuto modo di affermare, qui non troverete nulla che abbia anche solo lontanamente l’idea di vampiri vegetariani, donzelle da salvare, strani esseri che brillano al sole, una nuova scuola, una nuova ragazza, un colpo di fulmine. Preciso questo non per voler necessariamente demolire la Saga di Twilight che, quando la lessi, mi piacque parecchio (non posso dire lo stesso dei film) ma solo per far capire in maniera piuttosto chiara che la struttura YA con vampiro (o anche fate o licantropi) è diversa dalla moltitudine di libri usciti dopo Twilight.

Book summary
In un mondo post apocalittico governato dai vampiri, gli umani sopravvissuti all’epidemia del Polmone Rosso hanno il destino segnato: arrendersi ai dominatori ed essere schedati e allevati in cambio del proprio sangue. Decidere di non sottoporsi alla registrazione significa mendicare ai margini della società, cercando di sfuggire ai continui attacchi di mutanti famelici originati dagli esperimenti per debellare il virus. È questa la realtà in cui Allison Sekemoto lotta per la sopravvivenza come una Non Registrata: i vampiri le hanno portato via la famiglia e tutti i suoi sogni e darebbe qualsiasi cosa per poterli sconfiggere. Ma il giorno in cui tocca a lei essere in pericolo di vita, è proprio un vampiro a darle una possibilità di scelta: morire come un’umana o diventare ciò che più odia per l’eternità. Allie sceglie di trasformarsi e non sarà facile difendere quel poco di umanità che le è rimasto. Soprattutto quando incontrerà qualcuno capace di vedere oltre il mostro che è diventata…

julie kagawa - the eternity cure

Primo libro di una serie, ecco i titoli della trilogia Blood of Eden:

Immortal Rules. Regole di sangue (Blood of Eden #1): Fanucci/2013 (uscito negli USA il 24/04/2012);

The Eternity Cure (Blood of Eden #2): inedito in Italia (uscito negli USA il 30/04/2013);

The Forever Song (Blood of Eden #3): uscirà negli USA il 29/04/2014 (cover ancora non disponibile)..

Review

julie kagawa - the Immortal RulesMi rendo perfettamente conto che la trama risulta un tantino ampia, era però impossibile esimermi dal raccontarvela perchè già da qui avete indizi molto importanti su questo libro.

Innanzitutto, la lunghezza. Immortal Rules ha esattamente 472 pagine, vi dò atto che il formato è minore rispetto alla maggior parte dei volumi non tascabili in circolazione, però leggendolo si ha come l’idea di trovarci davanti a più di un libro, potremmo idealmente suddividere il 3 parti il volume: umana e apprendista vampiro, in viaggio con gli umani, tutto ciò che succede nel momento (e qui non c’è paura di spoiler, ve lo aspettate, vero?) in cui scoprono che è un mostro. Ognuna di queste sezioni è particolareggiata e dettagliata, a partire dalla prima che risulta anche essere la più lenta così come quella che ci dà le basi per capire i personaggi, le ambientazioni e le decisioni che poi saranno prese nel corso della storia. Un libro quindi non solo lungo ma anche intenso.

La scrittura. Julie Kagawa scrive in maniera molto chiara, approfondendo con efficacia i tratti della protagonista che racconta in prima persona ciò che le succede. Le descrizioni sono essenziali, non ci sono allungamenti inutili o eccessivi particolari. La narrazione è veloce quando si tratta di scene d’azione e calma quando si tratta di trasmettere l’esasperazione che i personaggi provano di fronte all’impossibilità di agire o di muoversi liberamente.

I personaggi. Nella quarta di copertina l’Huffington Post dichiara che “Katniss Everdeen di Hunger Games dovrebbe stare in guardia perchè la sua rivale Allison Sekemoto di Immortal Rules è davvero agguerrita“. In effetti entrambe le protagoniste dei rispettivi libri sono tipetti tosti, però, sinceramente, ritengo siano totalmente diversi a partire dalle motivazioni che li spingono a combattere. Katniss lotta perché costretta da un gioco crudele, Allison deve combattere ogni giorno per il sostentamento, per procurarsi cibo prima come umana e poi come vampira cercando di mantenere quel poco di umanità che le resta. Ma la caratteristica che le rende fondamentalmente diverse è lo sguardo verso la vita, quando una farebbe di tutto per nascondersi nel suo guscio in una sorta di “vivi e lascia vivere”, l’altra è pronta a combattere per i più deboli, contrastando il suo demone interiore che in ogni momento vorrebbe trasformarla nel mostro che è. Più tormentata ma anche più positiva. Un’eroina davvero interessante, ben costruita e originale. Ironica a caparbia, può contare solo su se stessa per salvare chi ama.

julie kagawa - the immortal rules2Anche i comprimari sono particolarmente ben delineati, a partire da Kanin, una figura di vampiro consapevole della minaccia che rappresenta ma intenzionato a essere qualcosa di più di un succhiasangue, si rifiuta di cedere agli istinti e li tiene sotto controllo. Zeke, l’umano di cui Allison si innamora. Decisamente realistico, da tutta la vita ha visto la figura del vampiro come un mostro e non è facile per lui, che dal vivo non ne ha mi visti, credere che non siano tutti cattivi.

La trama. Non so se ho reso l’idea, ma ci troviamo di fronte ad un libro tutt’altro che semplice. Nel suo svolgimento succedono cambi di personaggi, avvenimenti sconvolgenti, prospettive differenti, viaggi, vengono inseriti nuovi elementi. Far sì che tutti i fili tornino è un compito davvero complesso. Ci sono alcune situazioni che lasciano dei dubbi (ad esempio: ad un certo punto Allison ruba una moto di un predatore e vuole raggiungere una città per una missione, la città dista più di 8 ore e lei, senza integrare la benzina – ricordiamoci che siamo in un mondo post apocalittico, certo non ci sono Pompe di Benzina aperte – si reca in questo posto guidando tutta la notte, in coppia sulla moto. Che serbatoio deve avere questa moto per consentire un viaggio di 16 ore con due persone a bordo? oppure: siamo sicuri che un vampiro possa passare per umano convivendo sotto lo stesso “tetto” per più di 3 settimane?): intendiamoci, sono piccoli particolari ma che mettono qualche dubbio nel lettore e nello svolgimento della trama, motivazioni che mi hanno spinta ad abbassare un pò il voto in attesa di leggere il seguito. Ma se ci passiamo sopra (come, infine, ho fatto io) potremo goderci una buona storia, originale e intrigante con personaggi credibili e adatta anche ad un pubblico adulto.

Voto: 7

Author
julie kagawaJulie Kagawa è nata a Sacramento, in California. Da quando ha imparato a leggere non si è più staccata dai libri e ha lavorato in diverse librerie prima di cominciare a addestrare cani, un?altra sua grande passione. Dopo il successo dei primi romanzi ha deciso di dedicarsi interamente alla scrittura. Oggi vive in Kentucky con il marito, due gatti odiosi e un intelligentissimo pastore australiano. Immortal Rules. Regole di sangue è il primo volume della serie Blood of Eden.

Per saperne di più sui libri di Julie Kagawa, potete seguirla su Facebook, tramite il sito web personale oppure andando sul sito dedicato alla serie Blood of Eden.

julie kagawa - clayInfine, per chi non lo sapesse, Julie Kagawa ha anche le manine d’oro… ama lavorare con argilla, vernici ed inchiostri che usa per creare i personaggi dei suoi libri e, in questo periodo, stupendissimi draghetti natalizi, proprio come quello che vedete qui a destra. Il suo negozio lo trovate su Etsy a questo indirizzo (lo sto state per cliccare ma… al momento è vuoto, ha già venduto tutto!). Non è dolcissimo?

Titolo: Immortal Rules. Regole di Sangue
Titolo originale: The Immortal Rules
Autore: Julie Kagawa
Editore: Fanucci
Pagine: 478
Prezzo: 10,00

Annunci

5 thoughts on “Recensione: Immortal Rules. Regole di Sangue di Julie Kagawa (Fanucci)

  1. Io l ho letto e mi sono letteralmente innamorata di questo libro!
    Sono davvero impaziente di leggere il seguito *-*
    Lo consiglio a tutti! 😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...