Recensione in anteprima di Obsidian di Jennifer L.Armentrout (Giunti Y)

Grazie a Giunti ho avuto la possibilità di leggere con un pò di anticipo uno dei libri più attesi del momento: Obsidian di Jennifer L.Armentrout. La settimana scorsa ho avuto il piacere di intervistarla (l’intervista la trovate qui) e adesso che ho letto il libro ho un quadro preciso del valore di questo libro: per chi ama gli Young Adults (ma con venature New Adult) e i Paranormal Romance originali e dai personaggi ben riusciti non deve farsi assolutamente scappare questo titolo (in libreria dal 26/06)! Ecco la trama, i personaggi e qualche piccolo brano dal libro.

LA TRAMA

Kathy è una blogger diciassettenne con un grande sense of humour, si è appena trasferita in un paesino soporifero del West Virginia, rassegnandosi a una noiosa vita di provincia, noiosa finché non incrocia gli occhi verdissimi e il fisico da urlo del suo giovane vicino di casa. Daemon Black è la quintessenza della perfezione. Poi quell’incredibile visione apre bocca: arrogante, insopportabile, testardo e antipatico.

Ora i due è odio a prima vista. Ma mentre subiscono un’inspiegabile aggressione, Daemon difende Kathy bloccando il tempo con un flusso sprigionato dalle sue mani. Sì, il ragazzo della porta accanto è un alieno. Un alieno bellissimo invischiato in una faida galattica, e ora anche Kathy, senza volerlo, c’è dentro fino al collo. Salvandola, l’ha marchiata con un’aura di energia riconoscibile dai nemici che li hanno aggrediti per rubare i poteri di Daemon.

L’unico modo per attenuare questo pericoloso marchio è che Kathy stia più vicina possibile a Daemon. Sempre che lei non lo uccida prima…

LA MIA RECENSIONE

Ho finito da un giorno la lettura di Obsidian, l’ho praticamente divorato in 48 ore, e devo ammettere da subito che, nonostante la trama non sembri delle più originali, il libro invece lo è. Ma partiamo dall’inizio:

I personaggi principali. La prima cosa che mi ha colpita di Kathy è che ha un blog letterario, le sue passioni sono la lettura e il giardinaggio. Si è trasferita insieme alla madre in questo piccolo paesino di provincia per cercare di superare la morte del padre avvenuta 3 anni prima. La ragazza non è particolarmente attraente e non richiama l’attenzione degli altri, è la classica brava ragazza che preferisce stare in casa a curare il blog che in un centro commerciale a fare shopping. Spesso è la madre ad intimarle di uscire e farsi una vita, in fondo ha solo 17 anni! A questo carattere tendenzialmente schivo, si affianca un’ironia che la rende brillante e dalla risposta pronta, per niente disponibile a scendere a patti con nessuno. E’ orgogliosa, mai invadente, ha un comportamento dimesso ma non si fa assolutamente comandare.

Solo la madre riesce a convincerla a fare le cose più disparate, tra cui quella di andare a conoscere i vicini con una scusa qualsiasi, come quella di chiedere dove si trova  il supermercato della cittadina. Ed è così che farà la conoscenza di Daemon:

“Dall’altra parte si udirono dei passi pesanti, poi la porta si spalancò e mi ritrovai davanti un petto ampio e muscoloso. E nudo. Abbassai lo sguardo e rimasi… senza fiato. (…) <<Sì?>> le sue labbra piene, da baciare, s’incresparono in una smorfia d’impazienza. (…) <<Pronto?>> fece lui appoggiando una mano allo stipite della porta e sporgendosi in avanti. <<Hai perso la lingua?>> (…) <<Cerco un negozio dove poter comprare generi alimentari e piante.>> <<Tu lo sai che c’è un solo incrocio in questa città, vero?>> (…) Si divertiva a mettermi in imbarazzo. Era il ragazzo più bello che avessi mai visto ma anche uno stronzo totale. Figurarsi. <<Senti, volevo solo delle indicazioni. Ma evidentemente devo aver scelto il momento sbagliato.>> Lo vidi sollevare un angolo della bocca. <<E’ sempre il momento sbagliato, piccola>> <<Piccola?>> ripetei, sgranando gli occhi. Di nuovo quel sopracciglio alzato. Stavo cominciando ad innervosirmi sul serio. <<Non sono piccola. Ho diciassette anni. <<Ah, è così?>> disse lui divertito. <<Io te ne avrei dati dodici. No. Forse tredici, mia sorella ha una bambola di là che mi ricorda proprio te. Tutta occhi, con la faccia da tonta.>> Gli ricordavo una bambola? Una bambola tonta? Un gran calore mi si formò in petto invadendomi la gola. <<Però. Carino. Mi spiace di averti disturbato. Non succederà più. Puoi contarci.>> Mi voltai per andarmene prima di cedere alla voglia di tirargli un pugno in faccia. O mettermi a piangere. <<Ehi>> disse lui Mi fermai all’ultimo scalino senza voltarmi, però, perchè non volevo che vedesse quant’ero sconvolta. <<Cosa?>> <<Prendi la Statale 2, poi gira all’altezza della 220 nord, non sud. E’ la strada che porta a Petersburg.>> Poi emise un sospiro come se mi stesse facendo un grande favore. <<Foodland è proprio in centro. Non si può non vederlo. Bé, tu non lo so… comunque, c’è una ferramenta accanto, mi pare. Dovrebbero avere anche roba da giardino. <<Grazie>> mormorai e sottovoce aggiunsi <<coglione>> Lui scoppio a ridere di gusto. <<Questa non me l’aspettavo da una signorina come te Kittycat.>> Mi girai di scatto. <<Non chiamarmi mai più così>> sbottai. <<Meglio che sentirsi dare del coglione, no?>> e si allontanò dalla porta.”

Jennifer l Armentrout - BOY GIRL

Ecco, questo è un esempio del rapporto che Kathy e Daemon avranno per tutto il libro. Finalmente un ragazzo “stronzo” che lo è davvero! Sinceramente ho apprezzato questa coerenza, troppo spesso nei libri si parla di cattivo ragazzo che, però, dopo qualche moina della bella di turno diventa un cagnolino al seguito, incapace di una personalità propria e di continuare a vivere al di là della “lei” in questione. Qui Daemon è davvero antipatico, ha delle uscite che ti farebbero venir voglia di prenderlo a schiaffi. La sua linea di condotta non cambia durante tutto il libro e ho apprezzato la coerenza di questo personaggio: ostinato, misterioso, forte e molto attaccato alla famiglia, pronto a far di tutto pur di proteggere i propri cari. Durante il libro si capirà che anche Kathy rientrerà a far parte di questa cerchia ristretta, anche se il loro rapporto si manterrà pur sempre particolare.

Non mancano le scene stuzzicanti. La mia preferita? (tranquille, non contiene spoiler!)

Kathy e Daemon sono al Lago e lei ha appena scoperto che lui è un alieno, gli sta quindi facendo una serie di domande tra cui quella se sia permesso avere una relazione con gli umani (non è vietato, spiega Daemon, ma non avrebbe senso). La domanda seguente, con non poco imbarazzo è questa:

<<Siete fatti come noi… da quelle parti?>> domandai senza pensare. Daemon si tirò su a sedere, con un sopracciglio sollevato. <<Come, prego?>> Sentii le guance avvampare ma ormai non potevo più rimangiarmi quello che avevo detto. <<A livello sessuale, intendo. Sai… non riesco davvero a immaginare come possa funzionare fra voi.>> Sulle sue labbra apparve un mezzo sorriso e quella fu l’ultima cosa che vidi prima di ritrovarmi distesa. Con lui sopra. <<Vuoi sapere se sono attratto dalle umane in generale?>> mi domandò. I suoi capelli ricaddero sul mio viso. <<O da te?>> Fra i nostri corpi c’erano solo pochi millimetri. Smisi di respirare non appena sentii i suoi muscoli premere contro il mio petto. Quella inaspettata vicinanza scatenò un turbine di sensazioni sconosciute dentro di me. Iniziai a tremare. E questa volta non per il freddo. Sentivo il suo respiro caldo su di me, poi d’un tratto lui mosse i fianchi, facendomi sussultare. Okay, da quelle parti erano esattamente come noi. Daemon tornò disteso a pancia insù accanto a me. <<Vuoi sapere altro?>> chiese, la voce profonda e roca. Io non mi mossi. Stavo ancora fissando il cielo con gli occhi spalancati. <<Bastava che me lo dicessi, sai?>> sussurrai guardandolo. <<Non c’era bisogno di farmi sentire.>> <<E che divertimento ci sarebbe stato, allora?>> ribattè lui girandosi verso di me. <<Prossima domanda, Kitty?>>

Okay, basta anticipazioni sul loro rapporto! Ma vi garantisco che c’è parecchio pepe e i dialoghi e le situazioni sono spesso divertenti e bollenti.

Jennifer l Armentrout - LUXLasciamo stare i due ragazzi e parliamo della razza di cui fa parte Daemon. Il mondo degli Alieni tratteggiato dall’autrice è molto interessante e non vedo l’ora di saperne di più. Come ci aveva anticipato nell’intervista (qui per leggerla) è lontano anni luce dal nostro immaginario: gli extraterrestri non sono ominidi brutti, bassi e verdi ma sono fatti di luce (da qui il loro nome “Lux“) in grado di assumere la forma umana da loro prescelta (alcuni possono assumerne diverse, la maggior parte una sola). Sono esseri pacifici, braccati però da un popolo, gli Arum, che hanno il solo scopo di distruggerli per rubagli i loro poteri, senza i quali loro sono quasi come gli umani. I Lux hanno un punto debole: quando usano i loro poteri in maniera massiccia, lasciano tracce di luce sugli umani coinvolti. Questi umani diventano quindi “fari” per gli Arum che scoprono così che nelle vicinanze ci sono le loro prossime vittime.

Insomma, avrete capito che di carne al fuoco ce n’è parecchia e questa serie si preannuncia davvero interessante. Questo primo libro l’ho letteralmente divorato e già non vedo l’ora di poter leggere i prossimi.

NOTE

Jennifer l Armentrout - 100Il libro che vi troverete in mano (il 26/06) non è nel solito formato degli altri Giunti Y ma è a grandezza normale, inoltre le pagine sono stampate su carta Editor riciclata al 100%. Sono un pò strane al tatto (sembrano più morbide e meno lisce) però fanno del bene agli alberi e alla natura per cui grazie Giunti per aver pensato anche a questo!

Infine, se ancora non l’avete letta… potete trovare qui l’intervista che mi ha rilasciato qualche giorno fa a Jennifer L. Armentrout proprio a proposito di questo libro. La sua agenda è fittissima al momento ma mi ha concesso 5 domande per sedare tutta la nostra curiosità!

Jennifer L. Armentrout - ObsidianTitolo: Obsidian
Titolo originale: Obsidian
Autore: Jennifer L.Armentrout
Editore: Giunti
Collana: Y
Pagine: 334
Prezzo: € 12,00 (E.10,20 su Amazon)

Annunci

23 thoughts on “Recensione in anteprima di Obsidian di Jennifer L.Armentrout (Giunti Y)

  1. Ho AMATO questo libro, mi ha preso in un modo incredibile! E Daemon è irresistibile, sono caduta nella sua trappola! Ho letto anche Shadows e Onyx e tra poco inizierò Opal. Non credevo fosse possibile ma la storia si fa ancora più avvincente! Meraviglioso! *___*

    Mi piace

  2. Ciao! Volevo chiederti… il finale del libro lascia molto con il fiato sospeso? o ha un finale abbastanza tranquilla senza troppa suspance per il prossimo libro? Perchè io vorrei leggerlo ma se il finale lascia troppo con il fiato sospeso allora aspetterò l’uscita di tutta la trilogia prima di leggerlo! Quindi confido nella tua risposta! Grazie mille! Ciao:)

    Mi piace

    1. Ciao! Puoi leggerlo tranquillamente, non ha un finale troppo aperto. La storia che inizia in questo libro finisce. Certo lascia aperte delle porte per il futuro sia sentimentale che d’avventura però non ti lascia stecchito, se è questo che intendi. Tra l’altro, le ultime pagine mi sono piaciute parecchio… fanno capire una volta di più che peperino sia Kathy!

      Mi piace

    1. Kathy (o Kittycat come spesso viene chiamata da Daemon, giusto per farle saltare i nervi) ha un’ironia pungente che si scontra con la cocciutaggine e il mistero che circonda Daemon … un mix davvero interessante!

      Mi piace

  3. Erika, innanzitutto complimenti per il tuo blog. Bello e molto aggiornato. La tua recensione è bellissima. Anch’io aspetto questo libro con molta impazienza e grazie a te ho un motivo in più per essere ancora più nervosa ;-). Un abbraccio.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...