Sophie Jordan: Hidden. La prigioniera (Piemme Freeway)

Sophie Jordan - Hidden“Trattengo il respiro mentre sbircio nel furgone e ne scruto gli angoli bui, ripensando a un altro furgone, non molto tempo fa. Questo è vuoto, ma presto sarò io ad occuparlo. Da sola. A furia di osservare la mia futura prigione mi sento bruciare gli occhi, li sbatto. Mi ripeto che è una decisione soltanto mia”.

E già uscito da un pò il libro conclusivo della Firelight trilogy, la serie dedicata ai draki, ma ci ho dovuto pensare un pò prima di scrivere questa recensione perchè non mi era chiaro se mi avesse convinta o meno. I punti a favore e quelli a sfavore si equivalevano senza darmi modo di capire dove la bilancia pendesse.

Certamente il fatto che alla base del romanzo ci siano Draki che per difendersi dai Cacciatori hanno imparato a trasformarsi in umani per passare quindi inosservati è un punto a favore. L’idea è originale e i draghi sono interessanti con i loro colori e i loro poteri. Jacinda è un personaggio intrigante, leale e fiero, una ragazza apparentemente come tante ma in grado di prendere decisioni importanti anche se mettono in pericolo la sua vita purché questo serva a salvarne altre. Will mi aveva personalmente affascinato nel primo libro, nel secondo un pò meno e qui è poco più che comprimario, avrei preferito per lui un ruolo più decisivo. Lo stile di scrittura della Jordan è forse il lato migliore della trilogia: diretto, spigliato, senza fronzoli. Non mi è piaciuta molto la prima persona (che solitamente adoro) perché l’ho sentita troppo fredda, ma funziona bene nella narrazione per cui ho deciso di metterci una pietra sopra.

Se analizziamo, invece, i lati negativi, il primo che mi viene in mente è l’aggettivo “frettoloso“.

Il romanzo è troppo breve (solo 223 pagine e con carattere scritto in grande), tanti sono gli avvenimenti che succedono che l’autrice finisce per tralasciarne alcuni o trattare con poco approfondimento altri che, al contrario, sarebbe importante trattare con maggior spazio. In quest’ultimo romanzo vengono introdotti nuovi personaggi interessanti ma rimangono in disparte e di loro sappiamo davvero poco, l’autrice “se la cava” con qualche sottinteso. Così come non è ancora chiaro alla fine del libro se Jacinda voglia o meno stare con i suoi familiari. Altro elemento che ho apprezzato il giusto è stato che questo libro è prevalentemente basato sull’azione e i sentimenti sono totalmente in secondo piano: essendo un paranormal romance non me l’aspettavo, ero curiosa di capire come si sviluppava il rapporto tra Jacinda e Will, se Cassian avesse avuto qualche chance o meno (nel libro precedente la Jordan aveva lasciato intendere che qualche speranza poteva averla). In ultimo, ci sono diverse perdite in questo romanzo alcune, a mio parere, non “necessarie” allo sviluppo della storia ma, probabilmente, solo funzionali al tenore che la scrittrice voleva tenere, un pò come a dire “non è un libro per ragazzini/e, vedete, qui muore della gente!”. Beh, innanzitutto non c’è niente di male ad essere un libro per ragazzini/e, il fatto che muova qualcuno non fa automaticamente pensare che sia per adulti e, sì, Sophie, hai scritto un libro per ragazzini/e e queste morti hanno tolto al libro più che aggiungere.

Capite quindi la difficoltà nel trarre le conclusioni di tutto ciò. Ho preferito elencare per voi le cose che ho preferito e quelle che mi sono piaciute meno, potrete quindi farvi voi l’idea che preferite dopo averlo letto. Sì, perché l’unica cosa su cui non ho dubbi è consigliare di leggere Hidden. La prigioniera. Vale la pena conoscere il finale di questa serie perchè i molti interrogativi lasciati aperti troveranno risposta. Il problema è che, probabilmente, ve ne verranno in mente altri! 🙂

LA SERIE

Per chi non avesse seguito la serie (che consiglio di leggere), ecco un breve riassunto delle trame dei libri già tutti disponibili in libreria:

Sophie Jordan - Firelight1. FIRELIGHT. La ribelle
Discendono dai draghi. Sono dei mutaforma che hanno sviluppato la capacità di apparire umani per sfuggire ai cacciatori. Vivono nascosti nelle foreste remote, volando solo di notte, dispiegando le ali quando nessuno può vederli. Sono i draki. Jacinda è il tesoro del suo branco, l’unica capace di soffi are ancora fuoco. Ma dopo aver infranto per l’ennesima volta le regole che proteggono la vita della sua comunità, Jacinda viene esiliata con la madre e la sorella. Sepolta in una anonima cittadina, costretta a mantenere l’aspetto umano con il rischio di dimenticare la sua vera natura, la bellissima draki si ritroverà proprio nella stessa scuola del suo giovane e affascinante cacciatore. È possibile una simile coincidenza? Oppure il cacciatore non è quello che la sua famiglia vorrebbe far credere?

Sophie Jordan - Vanish2. VANISH. La Traditrice
Jacinda ha tradito il suo clan draki per amore di un cacciatore. Ha rivelato la sua natura trasformandosi in drago proprio davanti agli avversari di sempre, uomini capaci di ogni malvagità. Era l’unica cosa da fare per salvare la vita a Will, il suo amore, il suo nemico. Senza l’intervento di Cassian, il principe ereditario, Jacinda sarebbe finita peggio che morta, e di fronte a un gesto simile, nessuna ragazza può restare indifferente. Il compromesso è stato abbandonare Will e tornare a vivere nel clan, ma non più come futura regina. Nessuno parla a una traditrice, nessuno vuole avere a che fare con lei, nessuno la capisce. Nemmeno la sorella gemella, perdutamente innamorata di Cassian. Tutto si complica quando Will supera le barriere protettive del clan per ritrovare Jacinda e, senza saperlo, si porta dietro la sua famiglia. Tutti cacciatori, dal primo all’ultimo. Il secondo capitolo di una trilogia YA dedicata a creature misteriose ed affascinanti.

Sophie Jordan - Hidden3. HIDDEN. La prigioniera
Jacinda avrebbe dovuto legare con Cassian, il “principe” del loro branco. Ma ha resistito a lungo prima di innamorarsi di Will, un essere umano e, peggio ancora, un cacciatore. Quando è scappata con Will, è finita in un disastro, con la sorella di Cassian, Miram, catturata. Oppressa dal senso di colpa, Jacinda sa che deve salvarla per sistemare le cose. Ma per farlo si dovrà avventurare in profondità nel cuore del territorio nemico.
L’unico modo che Jacinda ha per raggiungere Miram è fingersi lei stessa una prigioniera, anche se una volta assunto il travestimento, le cose rapidamente sfuggono dal suo controllo. Mentre impara a conoscere meglio i suoi rapitori, si rende conto che, anche se Will e Cassian riuscissero a svolgere la loro parte del piano, non c’è alcuna garanzia che ne usciranno tutti vivi. Ma ciò che Jacinda non avrebbe mai potuto prevedere è che la fuga sarebbe stato solo l’inizio…

L’AUTRICE

Sophie JordanSophie Jordan pseudonimo di Sharie Kohler, ex-insegnante d’inglese, già autrice di molti romanzi d’amore. Con il suo vero nome ha pubblicato per Simon&Schuster una trilogia paranormal romance con protagonisti dei licantropi, mentre per Piemme Freeway ha già pubblicato Firelight. La ribelle, primo titolo della trilogia draki.
Il suo sito internet è www.sophiejordan.net.

Titolo: HIDDEN. La prigioniera
Autore: Sophie Jordan
Editore: Piemme Freeway
Pagine: 223
Prezzo: € 16,50

Advertisements

One thought on “Sophie Jordan: Hidden. La prigioniera (Piemme Freeway)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...