Suzanne Collins: Gregor. La prima profezia (Mondadori)

Suzanne Collins - Gregor la prima profezia“Gregor aveva tenuto la fronte premuta contro la zanzariera così a lungo che poteva sentirne l’impronta a quadratini al di sopra delle sopracciglia. Passò le dita sui piccoli bozzi e soffocò l’impulso di tirar fuori un urlo da cavernicolo. Gli montava nel petto, il lungo grido gutturale riservato alle emergenze vere, come quando ti imbattevi in una tigre dai denti a sciabola ed eri senza la tua clava, o magari ti si spegneva il fuoco durante l’Era Glaciale.”

Gregor è un ragazzino di 11 anni che vive insieme alla mamma, la nonna e due sorelline: Lizzie di 7 anni e Boots di 2. Il padre, un professore di scienze, è misteriosamente scomparso 2 anni, 7 mesi e 13 giorni prima  (“Non che si sforzasse di tenere il conto, ma i numeri si sommavano automaticamente nella sua testa“) e da allora non hanno più avuto sue notizie. Come si nota dall’incipit, facciamo subito la conoscenza del ragazzino che è a casa con la sorellina minore e la nonna proprio all’inizio delle vacanze estive. Lizzie è appena partita per il campeggio e la madre è al lavoro per cui tocca a lui badare alla piccola e alla nonna che inizia a perdere dei colpi; un momento è lucida come una ragazzina, il momento successivo lo chiama Simon (“Chi era Simon? Gregor non ne aveva idea.“).

Così, nella calura estiva si trova a gestire diverse situazione tra cui il bucato. Boots è sempre con lui ma quando si ritrovano nella lavanderia del piano terra, Gregor sente un tonfo metallico e una risatina inconfondibile: la bimba è entrata nel muro attraverso una grata metallica spalancata che da su un vecchio condotto dell’aria e se vuole recuperarla deve seguirla. Un attimo dopo, stava precipitando in un vuoto senza fine.

Dopo un viaggio che sembra lunghissimo, Boots e Gregor approdano nel Sottomondo, un mondo che si trova al di sotto della terra (denominata Sopramondo). Qui vivono degli uomini particolari, dalla pelle bianchissima e gli occhi viola, mentre gli animali che lo popolano sono tutti giganteschi e parlano: ratti, scarafaggi e pipistrelli in primis. Sottomondo, però, non è un’oasi felice e Gregor lo scopre appena vi poggia il piede, rapito da alcuni scaracchi e venduto agli umani. Si sente un prigioniero, nonostante gli umani gli assicurino di non esserlo, perchè lo esortano a non uscire per nessun motivo: tutti i Sopramondo caduti per caso da loro sono morti tranne, forse, una persona che somiglia molto a Gregor.

Così Gregor capisce che il padre non è fuggito e forse è vivo nel Sottomondo, prigioniero dei temibili Ratti. Il ragazzino vorrebbe recuperarlo ma pare essere lui l’oggetto di un antica profezia, la Profezia del Grigio …

Suzanne Collins - Gregor la profezia del flagello

Sì, la prima impressione è quella di trovarsi di fronte ad un clone di Alice nel Paese delle Meraviglie, la caduta in un buco (che sia la tana di un lupo o il condotto di aerazione), la discesa verso un mondo alternativo, nuovi e strambi esseri con cui confrontarsi. Inevitabile quindi, almeno, un paragone iniziale. La trama si sviluppa poi in modo differente, soprattutto grazie alla sorellina che Gregor deve tenere d’occhio e che spesso gli crea qualche problema. Una favola scura rivolta però espressamente ad un pubblico di ragazzi, non che il libro non possa essere apprezzato da chi è più adulto però a differenza di altre letture presenta una trama semplice e ad un solo livello.

L’aspettativa era alta per questo libro, soprattutto dopo che tutti abbiamo conosciuto Suzanne Collins per la bella trilogia (e relativo film) Hunger Games. Ecco, bisogna approcciarsi a questo libro dimenticando il precedente (nonostante sia difficile se si considera la copertina molto simile) perché differisce davvero in tutto e per tutto, dalla trama, alla scrittura, allo stile, al target. Un libro che, tra l’altro, non è una novità per il pubblico italiano: nel 2004 Sperling & Kupfer diede alle stampe “Gregor e il mondo di Semprebuio“. La serie è stata però interrotta, forse perché il libro non ha raccolto i favori che la casa editrice si aspettava, forse perchè la Collins all’epoca non era ancora la scrittrice che oggi conosciamo.

Intendiamoci, Gregor è un libro piacevole, scorrevole, che piacerà certamente ai ragazzini a partire dagli 8 anni in su (e massimo fino a 13 anni) ma non è il libro eccezionale che si è rivelato essere Hunger Games, una ventata d’aria fresca per il mercato editoriale nonchè uno dei primi libri distopici pubblicati in Italia.

Mentre scrivo, è già in libreria il secondo volume “Gregor. La profezia del flagello” dove troviamo ancora Gregor alle prese con il Sottomondo. Sono infatti 5 i libri che vedono protagonista il ragazzino newyorkese e la sorellina Boot, ancora inediti per l’Italia.

Suzanne Collins - Gregor e il mondo di Semprebuio

LA COVER

La copertina del libro nella nuova edizione Mondadori è completamente diversa da quella uscita per Splerling & Kupfer (vedi immagine a lato). E’ certamente più intrigante ed evocativa, pur non essendo rappresentativa di un pubblico così giovane, anche se il rimando alla serie Hunger Games è tutt’altro che velata. Peccato. Così si rischia di fuorviare il lettore, che pensa di comprare un “clone” di HG, e si ritrova con un libro che, seppur interessante, non ha nulla a che fare con la trilogia citata. Una copertina originale e più “giovane” avrebbe certamente meglio reso il contenuto del libro.

LA SERIE

1. Gregor. La prima profezia/Mondadori 01-2013 (Gregor the Overlander, 2003)
2. Gregor. La profezia del flagello/Mondadori 05-2013 (Gregor and the Prophecy of Bane, 2004)
3. Gregor and the Curse of Warmbloods (Non ancora pubblicato in italiano)
4. Gregor and the Marks of Secret (Non ancora pubblicato in italiano)
5. Gregor and the Code of Claw (Non ancora pubblicato in italiano)

Suzanne CollinsL’AUTRICE

Suzanne Collins è una nota autrice statunitense, vive nel Connecticut con la famiglia e due gatti selvatici. La sua saga più famosa, Hunger Games, tradotta in quaranta paesi, negli Stati Uniti ha raggiunto i 50 milioni di copie vendute. Un vero caso editoriale, tanto che la rivista “Time” ha nominato Suzanne Collins tra le 100 più influenti personalità della cultura.

Titolo: GREGOR. LA PRIMA PROFEZIA
Titolo originale: Gregor the Overlander
Autore: Suzanne Collins
Editore: Mondadori
Pagine: 316
Prezzo: 17,00

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...