Laurie Faria Stolarz: Blu come gli incubi di (Fanucci Editore)

Fanucci Editore ha pubblicato il 19 gennaio Blu come gli incubi, primo libro di una nuova serie che negli USA ha permesso, nel lontano 2003, di far emergere una nuova scrittrice: Laurie Faria Solarz. Per l’Italia è il primo suo libro a trovarsi in libreria. Protagonista del romanzo è Stacey Brown, una ragazzina particolare che fa sogni strani … che poi si avverano.

In realtà, come annunciato dal titolo, quelli che fa Stacey più che sogni sono incubi. Tutto è cominciato da bambina quando la nonna gli insegnava i rudimenti della magia Wicca, una specie di religione che si concentra attorno al rispetto per la Natura. Da lì ha imparato l’uso delle candele colorate, il loro significato, l’uso delle piante e semplici incantesimi per “una visione più chiara” dei sogni o per “maggiore concentrazione” e simili. Una magia quindi molto “naturale” e in contatto con le forze del creato ma che, in nessun caso, si propone di influenzare le altre persone o le cose che devono accadere.

Prova dei suoi poteri Stacey l’ha avuta qualche anno più tardi, attorno ai 12 anni quando faceva da baby sitter ad una bambina di nome Maura. Ad un certo punto ha iniziato a sognare tutte le notti che la bambina veniva rapita e uccisa. Purtroppo però senza capire elementi fondamentali come “da chi” o “quando” o “dove fosse eventualmente portata”. Il tutto da aggiungere al fatto che non le era mai capitata una cosa simile e non credeva veramente che ciò potesse accadere. Purtroppo la cosa era successa e, nonostante tutte le assicurazioni dei genitori della bambina, lei si è sempre sentita colpevole per non aver fatto nulla.

Ora, sono passati tre anni e Stacey è al college, dorme in stanza con Drea, la sua migliore amica, una ragazza bellissima, ammirata da tutti e con uno stuolo di aspiranti fidanzati al seguito. Come Chad, l’ex fidanzato storico che continua a prendere e lasciare un mese sì e due no, Donovan, il migliore amico e coinquilino di Chad, che da sempre la corteggia velatamente ma che lei si diverte solo ad “usare” per ingelosire l’ex, e poi c’è una voce misteriosa che la chiama di notte, di cui non si conosce il nome e l’identità ma che si sta facendo sempre più incalzante e inquietante. Ed è in questo contesto che Stacey inizia a sognare che Drea è in pericolo. L’incubo inizia tutte le volte con lei che corre in un bosco, si sente seguita, cerca Drea ma non la trova, sà che è in pericolo e proprio sul più bello … scopre che deve andare urgentemente al bagno. E regolarmente bagna il letto, proprio come quando era una bambina. Qualcosa non va di certo, non vuole che succeda come con Maura, questa volta deve agire. Ad aiutarla saranno la sua magia Wicca, Drea e l’amica Amber. Ma Stacey è l’unica che ha la chiave per capire cosa sta succedendo e di conseguenza aiutare l’amica. Ma riusciranno una manciata di ragazze a scoprire se il sogno rappresenta la realtà e come fare a fermare un piano tanto terribile quanto misterioso?

COMMENTO

Un commento non semplice per questo libro che, anticipiamo subito, è rivolto ad un pubblico di adolescenti e sono loro che prevalentemente apprezzeranno questa storia. I personaggi sono semplici, non particolarmente approfonditi. Chiaramente si tratta del primo volume di una serie e la concentrazione è puntata soprattutto sull’aspetta di “giallo” del romanzo, le personalità dei protagonisti passano quindi in secondo piano e sono funzionali alla storia. Approfondimenti che, ne sono certa, avverranno nei prossimi volumi dove l’autrice avrà più tempo (e pagine) per analizzarli e farli conoscere.

Stacey è una ragazza fragile e dolce, fa davvero tenerezza quando la vediamo tremante che accende una candela viola incidendo lievemente il nome di Drea prima di andare a letto sperando che questo protegga lei dagli incubi e l’amica da chiunque voglia farle del male. Ci stringe il cuore quando ci accorgiamo che nulla cambia nella realtà nonostante la candela ma Stacey continua a crederci, continua ogni notte ad accendere candele, a fare spugnature e preparare incantesimi. Si trasformerà, però, la piccola Stacey, assisteremo ad una forza che lei (e noi) non pensavamo avesse, ad una testardaggine che la porterà addirittura in pericolo.

L’amica Drea, invece, è un punto interrogativo. Inizialmente la vediamo attraverso gli occhi di Stacey come la sua migliore amica ma nel corso del libro sperimenteremo anche una certa dose di cattiveria e supponenza, forse dettata dallo stato di agitazione ma certamente non piacevole.

Lo stile della Stolarz è fresco e immediato, forse un pò semplicistico in qualche punto dove le situazioni e le “soluzioni” sono abbastanza ingenue, forse proprio perchè a parlare è una ragazzina di appena 15 anni e questo è il metodo migliore che l’autrice ha trovato per farcene rendere conto.

Un giallo per ragazzi, potremmo definirlo, condito con una leggera vena paranormale dettata dagli incubi di Stacey. Un libro che è rivolto prevalentemente ad un pubblico YA ed è a loro che lo consigliamo vivamente per passare diverse ore spensierate e “attaccate” certamente a questa storia.

LA SERIE

La serie si intitola come il primo libro “The Blue is for nightmare series” e questi sono i titoli previsti:

1. Blu come gli incubi (Blue is for nightmare/2003)
2. White is for magic (maggio 2004)
3. Silver is for secrets (Febbraio 2005)
4. Red is for remembrance (Agosto 2005)
5. Black is for beginnings (settembre 2009): questo libro differisce dai precedenti perchè si tratta di una graphic novel che segue Red is for remembrance ma che va a toccare, in realtà, quello che è successo prima di Blu come gli incubi e butta le basi per quello che ci sarà dopo. E’ possibile vedere un’anteprima qui (Amazon).

L’AUTRICE

Laurie Faria Stolarz è cresciuta a Salem, una città ampiamente conosciuta per il processo alle streghe del 1692, la cui influenza può essere vista nel lato magico e stregonesco dei suoi libri. Blu come gli incubi è il primo di una serie di grande successo, che ha venduto più di 500.000 mila copie. Questa e le altre serie da lei scritte sono state più volte nominate per i premi dell’American Library Association.

BOOKTRAILER

Eccovi il booktrailer americano del libro:

E, se come me siete curiosissimi della graphic novel, questo è il booktrailer di Black is for beginnings:

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...