Need. L’amore che vorrei di Carrie Jones (Newton Compton)

E’ uscito da un paio di settimane Need. L’amore che vorrei, primo titolo di Carrie Jones pubblicato in Italia da Newton Compton. Un ritmo incalzante, un umorismo velato e una protagonista originale fanno di questo libro una bella storia da leggere. Chiaramente, come nelle migliori tradizioni Fantasy, ci troviamo davanti ad una serie che, al momento, conta 3 titoli già usciti e 1 in arrivo per i primi mesi del 2012.

Zara è un’adolescente come tante, anche se le sue preoccupazioni sono diverse da quelle delle sue amiche interessate solamente a vestiti e trucchi. La conosciamo in un momento estremamente triste della sua vita, ha perso da pochi mesi il patrigno che per lei era un padre a tutti gli effetti (il suo non lo ha mai conosciuto), le ha insegnato ad andare in bicicletta, a credere in se stessa e ad aiutare gli altri: la ragazza, infatti, è socialmente impegnata, tant’è che ha pile di fogli sulle Azioni Urgenti di Amnesty International che la supplicano di scrivere lettere per monaci scomparsi, studenti rapiti, giornalisti sequestrati nei paesi in guerra. Da quando è morto, si sente vuota dentro. Ha perso tutta la sua vitalità, la gioia di vivere, la voglia di fare. Colleziona paure, soprattutto quelle particolari come la arachibutyrofobia, ovvero la paura che il burro di arachidi si attacchi al palato. Non ha perso invece la sua vena ironica e impertinente, ma la madre non riesce più a capirla, è chiusa in se stessa (al mignolo porta in cordino legato che le ricorda in ogni momento la perdita che ha subito) e per “darle una scrollata” decide di spedirla dalla nonna (la madre del patrigno), una donna energica e sempre impegnata, in pensione ma volontaria in ospedale nei servizi di emergenza. Betty, questo il suo nome, l’accoglie nella fredda cittadina di Bedford nel Maine dove vive (Zara viene dalla calda e assolata Charlestone) e la sprona da subito ad iniziare la scuola e farsi degli amici.

Nonostante la situazione, Zara fa presto conoscenze tra i “freak” della scuola: Issie (“…una ragazza magra con i capelli castani, mossi … indossa una T-hirt arancione sformata di Hello Kitty. Muove il naso come se fosse un coniglio e saltella per farsi notare da me.“) e Devin (“…un ragazzo sulla sedia a rotelle. Mi sorride e si presenta. Ha un sorriso da star del cinema, denti bianchissimi e carisma, occhi grandi, pelle scura.“) mentre riesce a risultare immediatamente antipatica alla reginetta della scuola Megan (“…si fa la coda di cavallo per la lezione di ginnastica. Si sistema il seno perfetto sotto la canottiera perfetta e mi lancia uno sguardo perfetto.“)

Ma in assoluto il primo incontro con i nuovi compagni avviene nel parcheggio quando una macchina le taglia la strada e da essa scende un ragazzo, Nick Colt (“salta fuori dall’auto con la grazia che hanno solo i veri atleti, e atterra su una lastra di ghiaccio senza scivolare. … si ferma solo quando riesco a distinguere il marrone scuro dell’iride attorno alla pupilla, i puntini della barba sulle guance e sul mento. Riesco addirittura a sentire il suo odore di muschio.“) che la accoglie nella nuova scuola e l’aiuta ad entrare, senza scivolare sulle lastre di ghiaccio.

La vita sembra proseguire abbastanza regolarmente fintanto che un giorno, guardando fuori dalla mensa della scuola i ragazzi vedono un uomo. Non ci sarebbe niente di strano se non fosse che Zara è certissima di averlo già notato in precedenza: si trovava fuori dalla finestra di casa sua a Charleston il giorno che suo padre ha avuto un attacco di cuore ed è morto. Dopo questo incontro la ragazza inizia a notare che qualcuno la sta seguendo. I nuovi amici, Issie e Devin, si mettono quindi a fare ricerche e le scoperte sono davvero sorprendenti: l’uomo che Zara continua a vedere potrebbe non essere umano. Ma se anche così fosse, perchè la segue? E cosa vuole da lei? Presto la ragazza scoprirà che lo sconosciuto ha proprio “bisogno” (da qui il “Need” del titolo) di lei ma che per lei non c’è nulla di piacevole in questo.

COMMENTI:

Ogni capitolo del libro è intitolato ad una fobia differente, che in qualche modo anticipa il contenuto delle pagine che seguono, delle prove e dei sentimenti di Zara. Lo stile di scrittura è semplice e scorrevole, il romanzo è raccontato in prima persona dalla protagonista. Non manca l’ironia che rende la lettura oltre che intrigante anche divertente.

Need è un bel libro, rivolto soprattutto al target YA ma, attenzione, non è semplicistico per cui si può rivolgere anche tranquillamente a chi ha passato da un pò l’adolescenza ma continua ad amare queste storie fantastiche, dove l’elemento sovrannaturale è presente e si mischia sapientemente con la storia d’amore e d’amicizia che è il filo conduttore del plot. Elementi sovrannaturali, dicevamo, che sono presenti però in quantità limitata (almeno in questo primo volume). In particolare si parla di pixie, una figura non molto sfruttata fin’ora in letteratura anche se, in realtà con questo termine si identifica una tipologia di folletti tipica del folklore inglese, spesso confusa con le fate ma, in realtà, ben differente.

L’AUTRICE:

Carrie Jones vive a Ellsworth, nel Maine. Ha lavorato per riviste e quotidiani ed è autrice di alcuni romanzi, per i quali si è aggiudicata diversi premi (Maine Press Association, Martin Dibner Fellowship, Maine Literary Award). Need. L’amore che vorrei, nominato Best Book dalla rivista “Voya”, è il primo episodio di una nuova strepitosa serie urban fantasy.

Clicca qui per visitare il sito dell’autrice.

Clicca qui per visitare il sito dedicato al libro.

NEED, LA SERIE:

Need. L’amore che vorrei è il primo di una serie che al momento conta in tutto 4 titoli. Ecco le trame dei prossimi romanzi, se non volete avere anticipazioni e spoiler saltate questo pezzetto:

Book 1:  Need. L’amore che vorrei (Newton Compton, 2011)

Book 2Captivate (pubblicato negli USA nel 2010). Trama: Zara e i suoi amici sapevano che non avevano risolto il problema del pixie per sempre. Il bisogno del re cresce ogni giorno di più stando bloccato in cattività, mentre il controllo sulla sua gente si indebolisce. Tutto ciò lo rende vulnerabile. E ora c’è un nuovo re in città. Una guerra a tappeto è imminente, dal momento che il nuovo re pixie, Astley, si sta muovendo in fretta. Nick lo ha quasi ucciso nei boschi il primo giorno, ma Zara è andata in suo soccorso. Astley giura che lui e Zara sono destinati a stare insieme, che è un bravo ragazzo. Nick non gli crede, ma Zara non è così sicura – suo malgrado, vuole dare fiducia al nuovo re.  Ma è molto di più che la sua relazione con Nick ad essere in gioco. E’ la sua vita – e quella di Nick.

Book 3: Entice (pubblicato negli USA nel 2010). Trama: Zara e Nick sono anime gemelle, destinati a stare insieme per sempre. Ma non è proprio così che le cose sono andate. Per cominciare, beh, Nick è morto. Presumibilmente, è stato portato in un luogo mitico per i guerrieri, noto come Valhalla, così Zara e i suoi amici potrebbe essere in grado di farlo tornare. Ma serve del tempo, e nel mentre un gruppo di pixie malvagi  sta devastando Bedford, con sempre più ragazzi che mancano giorno dopo giorno. Una vera e propria guerra sembra imminente, e i buoni hanno bisogno di tutti i guerrieri che possono trovare. Ma come arrivare al Valhalla? E anche se Zara e i suoi amici scoprissero il modo, c’è un altro piccolo problema: Zara è stata baciata da un pixie. Quando troverà Nick, vorrà ancora stare con lei? Soprattutto dal momento che non si è trasformato in un pixie qualsiasi… lei è la regina di Astley.

Book 4: Titolo ancora non disponibile (uscirà negli USA a maggio 2012).

BOOKTRAILER:

LE COPERTINE USA:

Annunci

5 thoughts on “Need. L’amore che vorrei di Carrie Jones (Newton Compton)

    1. Ciao Valentina, la serie è composta da 4 libri: Need, Captivate (entrambi pubblicati in Italia con i titoli “Need. L’amore che vorrei” e “Need. Prigioniera d’amore” per Newton Compton), Entice ed Endure. Al momento non ci sono notizie sulle future pubblicazioni dei seguiti (il secondo della serie è uscito nel 2013) purtroppo.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...