The Near Witch: intervista a Victoria Schwab (Hyperion Book CH)

I primi di agosto, per Hyperion Books, è uscito negli USA The Near Witch (La strega di Near, ndt), il romanzo YA d’esordio dell’autrice americana Victoria Schwab: una misteriosa favola raccontata ai bambini, il vento che sussura di notte, un ragazzo misterioso che compare all’improvviso. Ci sono proprio tutti gli elementi che ci portano a consigliare la lettura di questo libro, anche se disponibile, per ora, solo in lingua originale (inglese).

TRAMA (in italiano)

La Strega di Near è solo una vecchia storia raccontata per spaventare i bambini.

Se il vento chiama di notte, non si deve ascoltare. Il vento è solo e sempre in cerca di compagnia.

E non ci sono stranieri nella città di Near.

Queste sono le verità che Lexi ha sentito per tutta la vita.

Ma quando un vero e proprio sconosciuto, un ragazzo che sembra svanire come il fumo, appare fuori da casa sua nella brughiera di notte, sà che almeno uno di questi detti non è più vero.

La notte successiva, i bambini di Near iniziano a scomparire dai loro letti, e il ragazzo misterioso diventa un sospettato. Tuttavia lui insiste nell’aiutare Lexi a cercarli. Qualcosa le dice che può fidarsi di lui.

Come la caccia ai bambini si intensifica, così Lexi ha bisogno di saperne di più della Strega, che potrebbe essere più di una favola, del vento che sembra parlare attraverso le pareti di notte e della storia del ragazzo senza nome.

In parte favola, in parte storia d’amore, il romanzo di debutto di Victoria Schwab è del tutto originale tuttavia dolorosamente familiare:  una canzone che hai sentito tanto tempo fa, un sussurro portato dal vento, un sogno che non si dimentica presto.

TRAMA (in inglese)

The Near Witch is only an old story told to frighten children. 

If the wind calls at night, you must not listen. The wind is lonely, and always looking for company. 

And there are no strangers in the town of Near.

These are the truths that Lexi has heard all her life.

But when an actual stranger—a boy who seems to fade like smoke—appears outside her home on the moor at night, she knows that at least one of these sayings is no longer true.

The next night, the children of Near start disappearing from their beds, and the mysterious boy falls under suspicion. Still, he insists on helping Lexi search for them. Something tells her she can trust him.

As the hunt for the children intensifies, so does Lexi’s need to know—about the witch that just might be more than a bedtime story, about the wind that seems to speak through the walls at night, and about the history of this nameless boy.

Part fairy tale, part love story, Victoria Schwab’s debut novel is entirely original yet achingly familiar: a song you heard long ago, a whisper carried by the wind, and a dream you won’t soon forget.

L’INTERVISTA: VICTORIA SCHWAB

1. Ciao Victoria, puoi presentarti ai tuoi lettori italiani? Quando è  iniziata la tua passione per la scrittura
1. Could you introduce yourself to the Italian readers? When did your passion for writing starts?

Ciao a tutti! Il mio nome è Victoria Schwab e sono l’autrice di The Near Witch, appena uscito, e del romanzo The Archived, che uscirà a gennaio 2013. Entrambi pubblicati con Disney*Hyperion. Il mio amore per la scrittura è iniziato quand’ero bambina. Cresciuta con Shel Silverstein (poeta, musicista, compositore, cantautore e scrittore americano, ndr) e Dr Seuss (scrittore, poeta e fumettista, ndr), la mia famiglia scherzava dicendo che parlavo in rima. Alla Scuola Superiore studiavo Poesia e al College, cercavo di lavorare sulla fiction. Ho firmato con un agente come “junior” al college e dopo un libro e molti mesi di contributi, ho scritto The Near Witch come “senior” al college, più per la mia salute che per altro. Ho speso l’intera estate prima di laurearmi.
Hi there! My name is Victoria Schwab, and I’m the author of THE NEAR WITCH, out now, and the upcoming novel THE ARCHIVED, out Jan 2013. Both are with Disney*Hyperion. My love of writing started back when I was a child. Growing up with Shel Silverstein and Dr. Seuss, my family jokes that I spoke in rhyme. By high school, I was in poetry, and by college, I was trying my hand at fiction. I signed with an agent as a junior in college, and after one book and many months of submissions, I wrote THE NEAR WITCH as senior in college, more for my sanity than anything else. It sold the summer after I graduated!

2. Abbiamo letto che ami le favole e il folklore, che cosa ti attrae di questi due generi?
2. We read that you love fairy tales and folklore, what attracts you to these two genres?

Delle favole adoro il loro essere senza tempo, e amo il fatto che il folklore ci parli delle società che hanno creato le favole e di come le favole vengano raccontate.
I love the timeless quality of fairy tales, and I love that folklore tells us as much about the societies that create the tales as the tales being told.

3. Come nasce The Near Witch?
3. What’s the genesis of The Near Witch?

Il libro è nato da due frasi che ho sognato a distanza di 6 mesi, e dalle domande che quelle frasi comportavano. Una era “non ci sono stranieri nella città di Near” e l’altra “Il vento nella brughiera è ingannevole”.
The book was born out of two sentences dreamed up six months apart, and the questions those sentences asked. One was “There are no strangers in the town of Near” and the other was “The wind on the moor is a tricky thing.”

4. Puoi presentarci Lexi e il misterioso ragazzo senza nome?
4. Could you introduce to us Lexi and the mysterious no-name boy?

Lexi è la mia protagonista e narratrice! Ha 16 anni ed è la figlia di un cacciatore, investigatore, protettore del villaggio che morì 3 anni prima. Lei è testarda e spesso sente di essere un’estranea nella sua stessa città. Cole, come lo chiama Lexi dopo che lui si è rifiutato di dirle il suo nome, è  uno straniero che appare alla periferia di Near la notte prima che i bambini del villaggio inizino a scomparire.
Lexi is my protagonist and narrator! She is sixteen, and the daughter of a hunter/tracker/village protector who died three years before. She is headstrong and often finds herself an outsider in her own town. Cole, as Lexi calls him when he refuses to give his name, is a stranger who appears on the outskirts of Near the night before the children of the village begin to vanish.

5. A proposito dell’ambientazione, Near è un villaggio reale o di fantasia?
5. What about the setting? Near is a really village or is a fantasy one?

Near è interamente inventato. Adoro le fiabe, ma tendono ad avere ambientazioni scarse che gli permettono appunto di essere senza tempo ma vaghe. Ho voluto preservare il più possibile l’aspetto “senza tempo”, rendendo Near una sorta di “personaggio” nel libro.
Near is entirely fictional. I love fairy tales, but they tend to have very sparsely sketched settings, which keeps them timeless, but vague. I wanted to preserve as much of the timelessness as possible, while making Near a *character* in the book.

6. Abbiamo letto che hai fatto molti lavori nella tua vita: pensi che ti siano stati d’aiuto nella scrittura?
6. We read that many jobs have you done in life: do you think have been useful for your writing?

Penso che qualsiasi cosa faccio che non sia scrittura mi sia utile a scrivere, perché questi lavori, tentativi, hobby, mi hanno tutti dato esperienza di vita, ampliato le mie conoscenze e i miei orizzonti. La vita è ricerca.
I think everything I do that is not writing is useful to my writing, because those jobs, endeavors, hobbies, they all give me life experiences, broaden my knowledge and horizons. Life is research.

7. Vorresti dare un buon consiglio ad uno scrittore emergente?
7. Would you like to give a good advice to any emerging writer?

Il miglior consiglio che ho è questo: siate coraggiosi. Far uscire il vostro lavoro è terrificante, i rifiuti sono terrificanti, così come le critiche ma se la paura di queste cose supera la voglia di far parte di questo mondo, non siete pronti. Per cui, siate coraggiosi.
The best advice I have is this: be brave. Putting your work out there is a terrifying thing, rejection is a terrifying thing, and criticism, too, but if your fear of those things outweighs your want to be part of the industry, you’re not ready. So be brave.

8. Hai notizie di una possibile pubblicazione in Italia del tuo libro?
8. Do you have news of a possible publication of your book in Italy?

Non al momento, ma la cosa meravigliosa degli editori stranieri è che possono capitare in qualsiasi momento del processo di pubblicazione. Per cui, solo perchè adesso The Near Witch non ha una casa editrice italiana, non significa che non l’avrà mai, e la stessa cosa si applica anche al prossimo libro.
Not YET, but the wonderful thing about foreign publishers is that they can happen anytime in the publication process. So just because NW doesn’t have an Italian house now, doesn’t mean it never will, and the same applies for my next book.

9. Cosa vorresti rimanesse ai tuoi lettori una volta terminata la lettura del tuo libro?
9. What would you like your readers to remain when they are finished reading your book?

Spero che il mondo (di NW) resti con loro, che scoprano che i loro pensieri sono tornati lì.
I hope the world stays with them, that they find their thoughts wandering back there.

10. Prossimi progetti?
10. Upcoming projects?

Il mio prossimo libro si chiama The Archived, e anche se non mi è permesso dire molto, è una specie di Buffy che incontra The Shining e If I Stay, con una libreria.
My next book is called THE ARCHIVED, and while I’m not allowed to say much yet, it’s kind of like Buffy meets The Shining meets If I Stay, with a library.

L’AUTRICE

Victoria Schwab nasce da madre Britannica e da padre di Beverly Hills e cresce nel Sud. Adora le favole, il folclore e le storie che le fanno credere che il mondo non sia esattamente così come sembra.

The Near Witch è il suo romanzo d’esordio.

Sito web: www.victoriaschwab.com

COMMENTI

Il libro è uscito negli USA da poco più di un mese e ha già ricevuto recensioni entusiastiche: sul sito GoodReads.com (l’equivalente di anobii.com americano) hanno votato in 650 e la media è di 4,09 stelline, su Amazon.com di 4,5 (su un totale di 55 votanti) quando il massimo è 5. I commenti dei lettori parlano di questo libro come di una favola dark, spaventosa e intrigante, romantica e intensa. I personaggi sono solidi e ben caratterizzati, l’ambientazione (la piccola cittadina di Near) credibile e dettagliata, nonostante frutto della fantasia dell’autrice. All’inizio, la storia prende quota lentamente per poi movimentarsi e coinvolgere i lettori fino all’ultima pagina.

Un libro molto interessante, una scommessa su una giovane autrice che, già dalle premesse, sembra vinta. Aspettiamo che venga tradotta anche in Italia, nel frattempo per chi volesse leggerlo in lingua originale può acquistare il libro da motlissimi store on-line, per esempio qui (con il 34% di sconto a soli $ 11,18/E. 8,20 circa) e qui (con diversi sconti, anche usato).

Buona lettura.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...